A- A+
Cronache
Bolzano, Celine aveva denunciato l’ex. Lui si è fatto licenziare per pedinarla

Femminicidio a Bolzano, la vittima a luglio aveva denunciato l’ex compagno per violenze

Dopo l’arresto di Omer Cim per aver ucciso l’ex compagna Celine Frei Matzohl, 21 anni a Silandro (Bolzano), proseguono le indagini delle forze dell’ordine. L’uomo, in stato di fermo presso il carcere altoatesino, sarà interrogato mercoledì al gip, giorno in cui verrà eseguita anche l'autopsia.

 Gli ultimi aggiornamenti trapelati fanno emergere un elemento nuovo: la ragazza aveva denunciato il 28enne di origini turche nel giugno scorso. Si trattava dunque di un probabile “disastro annunciato”, come rimarca Dunija Tassiello, assessora comunale all'integrazione: "Tutti sapevamo che Celine veniva maltrattata dal compagno. Lui era violento, alzava spesso le mani, e se la gente mormora qualcosa di vero ci sarà. Infatti io ho raccolto un po' di informazioni". Tanti sapevano e dunque era una tragedia evitabile. Ma nulla è successo. Secondo la Procura di Bolzano i presupposti per far scattare il codice rosso ancora non c’erano.

A denunciare la scomparsa di Celine, molto conosciuta nella zona di Silandro dove lavorava come collaboratrice in un albergo dopo essere stata impiegata presso il consorzio agrario della cittadina venostana, è stata la madre.

Leggi anche: Bolzano, 21enne uccisa a coltellate. Il corpo a casa dell'ex, arrestato

I carabinieri si sono recati presso l'appartamento del compagno sito in via Molini rinvenendo il cadavere della ragazza che presentava evidenti tracce di una morte violenta: ferite profonde alla gola. La procura ha immediatamente assunto la direzione delle indagini delle quali si occupano i carabinieri di Bolzano e Silandro. All'interno dell'appartamento i militari hanno sequestrato quella che potrebbe essere stata l'arma con la quale Omer ha ucciso Celine.

Femminicidio Bolzano, l'assassino si era fatto licenziare per pedinare l'ex "a tempo pieno"

La giovane aveva lasciato alcune settimane fa l'appartamento di Cim al civico 9/a di via Molini. Da lì è nata l’ossessione malata del ragazzo, che per questo motivo, ha deciso di licenziarsi dall’hotel di Laces dove lavorava come tuttofare, così da dedicarsi al pedinamento “a tempo pieno”.

Leggi anche: Femminicidio Rovereto, bufera sulla pm. Csm ad Affari: "Valuteremo sanzioni"

"Non avrei mai pensato che un singolo errore sarebbe costato tutto", aveva scritto lui su Facebook, lasciando presagire l'incubazione del progetto assassino. "Questo è un omicidio premeditato", accusa Stephan Matzohl, zio della vittima. Si erano frequentati per circa quattro mesi Omer e Celine.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bolzanofemminicidiomolteni
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica

Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica





motori
Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.