A- A+
Cronache
Brandizzo, ex operaio: "Si inizia dopo le 22 senza permessi. Fanno tutti così"
Strage del treno a Brandizzo

Strage Brandizzo, le testimonianze: "Non ci sono permessi scritti, si inizia quando il capo decide"

Continua a tenere banco la strage di Brandizzo, la tragedia del treno costata la vita a cinque operai che lavoravano sulla ferrovia quando è passato un treno a 106 km/h che li ha travolti e uccisi. Quello che emerge adesso dalle indagini in corso è che questo modo di lavorare sarebbe una "prassi". Perché "fanno tutti così". E perché le manutenzioni si possono effettuare soltanto quando non si creano disagi ai passeggeri. Quindi dopo le 22 e nei fine settimana. Mentre il contratto degli operai prevede soltanto due notturni a settimana. Ma la norma viene aggirata sistematicamente con la formula della chiamata volontaria. Diversi operai hanno confermato la prassi a La Stampa: "Sappiamo che si inizia a lavorare quando il capo ci dice a voce che possiamo farlo e ce lo dice non quando arriva un pezzo di carta ma quando i treni hanno smesso di passare. Fanno tutti così".

Intanto Antonio Massa, addetto Rfi alla scorta del cantiere, è indagato per disastro ferroviario e omicidio plurimo con dolo eventuale. L’uomo nei giorni scorsi ha ricevuto minacce e ha chiuso i profili social. Non ha ancora nominato un avvocato difensore. Per lui c’è il legale d’ufficio. Le pm intanto hanno convocato per testimoniare l’ex operaio della Si.gi.fer. di Borgo Vercelli Antonio Veneziano.

Leggi anche: Brandizzo, la dirigente dello snodo: "Ignorato il mio ordine di aspettare"

Leggi anche: Brandizzo, l'inchiesta si allarga. Il report: "Manutenzione, troppe carenze"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cronache torinostrage brandizzo
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari va in rete

MediaTech

Affari va in rete


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini





motori
DS Automobiles svela la Collection Antoine de Saint-Exupéry

DS Automobiles svela la Collection Antoine de Saint-Exupéry

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.