A- A+
Cronache
Carcere, 17enne evade dall'istituto minorile. L'allarme dei sindacati

Carcere, 17enne evade dall'istituto minorile del Pratello. L'allarme dei sindacati: "E' un colabrodo"

Nuova evasione di un detenuto dalle carceri colabrodo del Paese. Questa volta è successo all’istituto penale per minorenni di Bologna. Nel pomeriggio, un detenuto di origine tunisina, in custodia cautelare da meno di un mese, compirà 18 anni ad agosto, mentre era al cortile passeggi ha fatto perdere le proprie tracce. Si presume che abbia scavalcato prima la recinzione dei passeggi e poi il muro perimetrale del penitenziario, approfittando della circostanza che non fossero stabilmente presidiati per la cronica carenza di donne e uomini della Polizia penitenziaria. Subito sono scattate le ricerche da parte della stessa Polizia penitenziaria e delle altre forze dell’ordine, ma sinora senza esito”. Lo dichiara Gennarino De Fazio, Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria.

LEGGI ANCHE: Omicidio Bozzoli, confermato l'ergastolo al nipote. Che è però irreperibile

“Ogni giorno, tra morti, suicidi, omicidi, violenze di ogni genere, stupri e molto altro ancora, viene certificato il fallimento del sistema carcerario, che si tratti del circuito destinato agli adulti o di quello riservato ai minori poco cambia, se non il fatto che in quest’ultimo settore sia ancora più grave. Eppure, dal Governo non si muove un dito, con il Ministro della Giustizia, Carlo Nordio, che annuncia decreti per velocizzare non si sa bene cosa, ma incedendo con la rapidità di un bradipo. E pensare che pare abbia avuto persino l’ardire di paragonarsi a Churchill. Non oso immaginare cosa sarebbe accaduto se questo Guardasigilli avesse avuto un qualche ruolo nella Seconda guerra mondiale”, afferma il Segretario della UILPA PP.

“Se alla premier, Giorgia Meloni, sta davvero a cuore l’esecuzione penale, specie quella inframuraria, avochi a sé la materia e convochi una riunione straordinaria del Consiglio dei Ministri per decretare il deflazionamento della densità detentiva, sono 14.500 i detenuti oltre i posti disponibili, rimpinguare gli organici della Polizia penitenziaria, mancanti di 18mila unità, e promuovere riforme strutturali. Ogni giorno che passa la disfatta aumenta”, conclude De Fazio.

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in Rete

Esteri

Affari in Rete


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

NISMO torna in Europa con la nuova Nissan Ariya NISMO elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.