A- A+
Cronache
Caso Grillo jr, pacco e lettera anonima a casa. "Condoglianze per i lutti"

Caso Grillo jr, oggi la decisione del giudice sul processo per stupro

Il tribunale di Tempio Pausania oggi deciderà se Ciro Grillo e i suoi tre amici andranno o meno a processo per l'accusa formulata da una ragazza conosciuta in Sardegna nell'estate del 2019: stupro di gruppo. L'accusa parla di violenza e la difesa di atti consenzienti, al giudice la decisione finale: rinvio a giudizio o archiviazione. Intanto - si legge sul Corriere della Sera - si scopre che a casa del fondatore del M5s, Beppe Grillo sono arrivati un pacco e una lettera anonima con chiare allusioni al caso del figlio. Prima una t-shirt e una scritta allusiva: www.ciro.org. Poi una lettera battuta al computer dai toni sinistri: "Condoglianze per i lutti in famiglia nelle feste". Il tutto recapitato nel mese di novembre nella villa di Beppe Grillo sulla collina di Sant’Ilario, a Genova. E se nessuno a casa del fondatore del Movimento Cinquestelle ha preso seriamente in considerazione il pacco, pensando a uno scherzo di cattivo gusto, la missiva ha destato qualche preoccupazione.

Dopo averla letta, Grillo ha chiamato la Digos per segnalare la minaccia. Per quanto riguarda l’indagine, - prosegue il Corriere - la lettera verrà analizzata dalla Scientifica per cercare eventuali impronte digitali che non siano quelle dei Grillo. I quali l’hanno ricevuta qualche giorno prima di aprirla, a conferma del fatto che nessuno era preoccupato. Cosa può esserci, quindi, dietro queste spedizioni? C’entra forse il processo in corso in Sardegna contro il figlio di Beppe, Ciro, e i suoi tre amici? «Sgombriamo il campo dalle ipotesi più gravi. Non si è mai visto un attentato preannunciato», tiene a precisare chi sta indagando, che parla piuttosto di «leoni da tastiera».

Emergono nuove intercettazioni ambientali. I ragazzi sono davanti alla caserma dei carabinieri - si legge sulla Verità - senza cellulari, sequestrati dagli inquirenti. Ciro dice agli amici: "Raga mi sembra un incubo, a voi no?". Gli altri gli rispondono in coro: "E' un incubo". Ciro: "Mi sveglio al mattino e dico: no!". Edoardo prosegue: "Tutti i giorni, tutti...vado a dormire che ci penso, ti svegli che dici: vabbè dai...". Le voci si accavallano. Francesco: "Adesso per un po' dobbiamo stare tranquilli, non uscire tutte le sere e tornare alle sei come abbiamo fatto fino ad adesso".

LEGGI ANCHE

Grillo jr, la prova del bacio in discoteca con Silvia. Spunta il VIDEO

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    beppe grillocaso grillo jrdecisione giudice caso grillo jrm5spacco anonimo casa grilloprocesso ciro grillostupro gruppo ciro grillo
    in evidenza
    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    Corporate - Il giornale delle imprese

    Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

    i più visti
    in vetrina
    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali

    Agiter Investigazioni, come funzionano le indagini private e aziendali





    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti

    Mercedes-Benz EQB: l’elettrica con la Stella è anche sette posti


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.