A- A+
Cronache
Cecchi Paone ad Affari: "Pedofilia nella Chiesa? Con Wojtyla molta omertà"

Papa Francesco, Alessandro Cecchi Paone ad Affari: "Lui non giudica gli omosessuali". Intervista 

Non basta parlare di Chiesa e religione per privare Alessandro Cecchi Paone della sua schiettezza e del suo pensiero critico. Il giornalista e comunicatore, che in occasione dei 10 anni di pontificato di Jorge Mario Bergoglio, ha scritto “Papa Francesco. Audacia, tolleranza e spontaneità” (Armando Curcio Editore, secondo volume della serie “Eroi del nostro tempo”, 120 pp, 18.90 euro), ha scelto di confessarsi non a un prete, ma ad Affaritaliani.it, per ripercorrere il rapporto con la fede, la figura del Pontefice “rivoluzionario” ma anche per parlare di guerra e politica.

Un uomo di scienza e critico nei confronti della Chiesa che scrive un libro in cui elogia il Papa. Si è per caso convertito?

Assolutamente no, continuo a essere devoto alla storia della cultura laica e al metodo scientifico. Però questo Papa mi piace, perché lui per primo cerca il dialogo con noi. Nei Papi precedenti c’era un atteggiamento di grande chiusura, di contrapposizione “noi-loro”, attaccavano i diritti civili, l’uguaglianza uomo-donna. Molto duri nei confronti delle conquiste della civiltà laica. Papa Bergoglio non rinuncia certamente agli insegnamenti della Chiesa, ma ha detto sin dall’inizio che voleva ritrovare un colloquio con il mondo secolare.

Nel libro dice che Francesco afferma di non “criminalizzare” gli omosessuali. C'è stata davvero un'apertura da parte del Vaticano? Non si aspetterà che il Papa dica qualcosa di più forte...

Ha detto di più, in realtà: “Chi sono io per giudicare”, mentre i suoi predecessori giudicavano eccome, e in modo molto negativo. Bergoglio non ha cambiato la dottrina, almeno per ora, non sono cambiate le regole canoniche, il catechismo; però ha cambiato tantissimo la pastorale, il modo con cui si approccia al mondo e alle persone. Quindi se per chi crede rimane il “problema”, è vero anche che il suo messaggio è: “Persone omosessuali, non vi giudico, e non vi giudico male”. Finalmente, insomma, un Papa che dice “I nemici non sono gli omosessuali”. Lo stesso discorso vale per il celibato dei preti: per la prima volta Francesco ammette che, anche se non può intervenire nell’immediato, non è d’accordo, e che questo dogma andrà rivisto.

(CONTINUA A LEGGERE L'INTERVISTA NELLA PAGINA SUCCESSIVA: CLICCA QUI SOTTO)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cecchi paonefrancescomeloniomosessualipapa
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"

Chi è la vincitrice del cooking show di Sky

Eleonora Riso trionfa a Masterchef 13: la cameriera "fuori dagli schemi"


in vetrina
Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)

Top 100 Informazione online: boom di Affaritaliani.it a gennaio (+33%)





motori
Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

Alfa Romeo celebra il primo 33 Stradale Day

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.