A- A+
Cronache
Chiesa e pedofilia, Ratzinger rompe il silenzio: "Grandissima colpa"

Preti Pedofilia, Ratzinger risponde alle accuse di silenzio: "Grandissima colpa" non affrontare casi di abusi

E' una "grandissima colpa" non affrontare o trascurare i casi di abusi. Il papa emerito Benedetto XVI, dopo la pubblicazione del rapporto sugli abusi nell'arcidiocesi di Monaco e Frisinga, lo scorso 20 gennaio, in una lettera rompe il silenzio.   

"Mi colpisce sempre più fortemente che giorno dopo giorno la Chiesa ponga all’inizio della celebrazione della Santa Messa - nella quale il Signore ci dona la sua Parola e se stesso - la confessione della nostra colpa e la richiesta di perdono. Preghiamo il Dio vivente pubblicamente di perdonare la nostra colpa, la nostra grande e grandissima colpa", scrive il Papa emerito che spiega: "È chiaro che la parola 'grandissima' non si riferisce allo stesso modo a ogni giorno, a ogni singolo giorno. Ma ogni giorno mi domanda se anche oggi io non debba parlare di grandissima colpa. E mi dice in modo consolante che per quanto grande possa essere oggi la mia colpa, il Signore mi perdona, se con sincerità mi lascio scrutare da Lui e sono realmente disposto al cambiamento di me stesso".

"In tutti i miei incontri, soprattutto durante i tanti Viaggi apostolici, con le vittime di abusi sessuali da parte di sacerdoti, ho guardato negli occhi le conseguenze di una grandissima colpa e ho imparato a capire che noi stessi veniamo trascinati in questa grandissima colpa quando la trascuriamo o quando non l’affrontiamo con la necessaria decisione e responsabilità, come troppo spesso è accaduto e accade", aggiunge Ratzinger.

Ratzinger: "Vergogna e dolore per gli abusi, chiedo perdono"

Benedetto XVI chiede perdono a nome della Chiesa, considerando gli importanti ruoli da lui ricoperti, per tutti i casi di abusi sessuali compiuti dai sacerdoti. "Ancora una volta posso solo esprimere nei confronti di tutte le vittime di abusi sessuali la mia profonda vergogna, il mio grande dolore e la mia sincera domanda di perdono", ha scritto nella lettera. 

"Ho avuto grandi responsabilità nella Chiesa cattolica - sottolinea Ratzinger -. Tanto più grande è il mio dolore per gli abusi e gli errori che si sono verificati durante il tempo del mio mandato nei rispettivi luoghi. Ogni singolo caso di abuso sessuale è terribile e irreparabile. Alle vittime degli abusi sessuali va la mia profonda compassione e mi rammarico per ogni singolo caso".   

"Sempre più comprendo il ribrezzo e la paura che sperimentò Cristo sul Monte degli Ulivi - aggiunge il Papa emerito - quando vide tutto quanto di terribile avrebbe dovuto superare interiormente. Che in quel momento i discepoli dormissero rappresenta purtroppo la situazione che anche oggi si verifica di nuovo e per la quale anche io mi sento interpellato. E così posso solo pregare il Signore e supplicare tutti gli angeli e i santi e voi, care sorelle e fratelli, di pregare per me il Signore Dio nostro". 

 

RAPPORTO PEDOFILIA NELLA CHIESA TEDESCA, LEGGI ANCHE

Pedofilia in Germania, "manovra anti Ratzinger da dentro la Chiesa"

Chiesa, Don Fortunato Di Noto: Ratzinger segnò una svolta contro la pedofilia

Pedofilia, Marx: "Mi scuso coi fedeli. Pronto ad assumermi le responsabilità"

 

Commenti
    Tags:
    abusiratzingervaticano
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

    Lady Kayne West sfila a Parigi

    Bianca Censori regina alla Fashion Week. Le foto

    
    in vetrina
    Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni

    Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni





    motori
    24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

    24 ore di Le mans, Porsche dona 911.000 euro con "Racing for Charity"

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.