A- A+
Cronache
Coronavirus, "contagio ancora in crescita. Utile fermare treni e metro"

"L'unica possibilità che abbiamo per combattere il coronavirus è ridurre i contatti sociali. Chiudere le scuole ha un significato simbolico e formale, una presa di coscienza che siamo tutti coinvolti. Serve anche a porre la problematica e a rendere evidente la situazione che va affrontata in maniera seria e rigorosa". Lo afferma ad Affaritaliani.it il virologo Fabrizio Pregliasco, commentando la chiusura di scuole e atenei per l'emergenza coronavirus. Che poi lancia l'allarme: "Se non si riducono i casi, la situazione della rianimazione negli ospedali, soprattutto lombardi, rischia di diventare catastrofica. Ci sono alcuni studi che evidenziano come in altre patologie, come l'influenza, la chiusura delle scuole serve. Non esiste una formula che può dirci in modo scientifico l'efficacia complessiva di questo provvedimento, ma l'importante è ridurre la frequenza dei contatti".

IL PICCO DEL CORONAVIRUS SEMBRA ANCORA LONTANO

"Stiamo registrando in questi giorni i casi di contagio nati la settimana scorsa, dobbiamo ancora aspettare per fare una valutazione complessiva sull'andamento", afferma Pregliasco rispondendo alla domanda se sia stato raggiunto il picco. "Abbiamo avuto i focolai in Lombardia e in Veneto, ora c'è un aumento dei casi anche in zone come il Lazio e la Puglia, per non parlare dell'Emilia Romagna. Vanno analizzati i dati dei territori per vedere l'andamento regionale. Possiamo dire che stiamo assistendo a un incremento complessivo esponenziale e siamo ancora nella fase di crescita del contagio, anche se non pesantissima. Ogni due giorni e mezzo, circa, si registra una duplicazione dei casi".

L'EMERGENZA DURERA' MESI

Pregliasco non usa mezzi termini: "La luce in fondo al tunnel è ancora lontana". Quando potremo dire che la situazione sta migliorando? "Tra una settimana capiremo l'andamento generale e avremo un'idea più chiara del quadro. Poi ci vorrà qualche mese, il percorso è sicuramente lungo. Bisogna resistere".

GIUSTO LO SPORT A PORTE CHIUSE

"La condizione di affollamento di persone che c'è negli stadi è sicuramente rischiosa, quindi si tratta di un provvedimento corretto", afferma il virologo commentando le porte chiuse per il calcio. Anche se ovviamente riguarda tutti gli sport. Dovremo anche fermare la circolazione dei treni e delle metropolitane? "Teoricamente sarebbe utile, ma ovviamente sarebbe anche una misura devastante per la società e l'economia. E quindi occorre graduare gli interventi", conclude Pregliasco.

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirus piccocoronavirus quanto dura ancoraandamento contagio coravirus italiacoronavirus fermare treni metro
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion

    Nuova 500 3+ 1 prezzi da 31.900 euro per la Passion


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.