A- A+
Cronache
Coronavirus, la app che ci controlla è realtà. "Decisione in tre giorni"
(fonte Lapresse)

Coronavirus, la app che ci controlla è realtà. "Decisione sul modello giusto in tre giorni"

L'emergenza Coronavirus continua a non dare tregua. La nuova mossa del governo, dopo aver incrementato le sanzioni per i trasgressori delle regole, è quella di lanciare una app in grado di mappare i contagiati e i loro più stretti contatti, limitando la diffusione. Ne esstono di ogni tipo e l'obiettivo è quello di tutelare la privacy ma di garantire un servizio efficente. Nelle prime ore di apertura del bando “Innova per l’Italia” - si legge su Repubblica - sono arrivate 270 proposte, ha detto su Twitter il ministro dell’Innovazione Paola Pisano. Ci sono ancora un paio di giorni e poi andranno vagliate in fretta, perché si è già perso abbastanza tempo prima di capire che il modello da seguire era quello coreano, cioé di un paese che ha saputo contenere l’epidemia con una combinazione di tamponi, diffusi ma mirati, e tecnologie digitali. Non sarà una scelta facile, occorre trovare un nuovo equilibrio, temporaneo si spera, fra privacy (e quindi libertà) e salute. È chiaro a tutti che la salute pubblica in questa fase debba prevalere, ma con delle garanzie: il rischio è di provare ad imitare la Corea del Sud e diventare quella del Nord. A Palazzo Chigi lo sanno e sanno che dovranno muoversi in fretta, ma con cautela.

Un riferimento potrebbe essere la app appena rilasciata dal Mit di Boston: si chiama Private Kit: Safe Paths. E si propone di rallentare la diffusione del contagio senza rinunciare alla privacy. L’app rilasciata dal Mit di Boston. I contagiati forniscono agli operatori sanitari i dati degli spostamenti registrati dal telefonino negli ultimi 28 giorni. Poi c'è il modello inglese. Attiva nel Regno Unito, Covid Symptom Tracker chiede di inserire agli utenti le proprie condizioni fisiche e l’uso di farmaci. Interessante anche la piattaforma realizzata dalla multinazionale italiana Engineering che incrocia i dati della diffusione del virus con quelli presenti nelle banche dati regionali. Il tempo stringe, in tre giorni arriverà la decisione del governo.

"Abbiamo chiesto al settore del digitale - spiega a Repubblica il ministro per l'innovazione Pisano - di proporre idee e progetti che abbiano già avuto un impiego. E stiamo parlando con le aziende di telecomunicazione. Non si tratta solo di app, ma anche strumenti di analisi dei dati e di telemedicina".

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronaviruscoronavirus emergenzacoronavirus italiacoronavirus newscoronavirus appcoronavirus numero contagicoronavirus quarantena
    Loading...
    in evidenza
    Flavia Vento torna nella casa Clamoroso, con lei entrano pure...

    GRANDE FRATELLO VIP 5 NEWS. GREGORACI FUORI DI SENO. FOTO

    Flavia Vento torna nella casa
    Clamoroso, con lei entrano pure...

    i più visti
    in vetrina
    Milenkovic, Inter sorpassa il Milan (con una cessione d'oro). Calciomercato

    Milenkovic, Inter sorpassa il Milan (con una cessione d'oro). Calciomercato


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot presenta la 508 Sport Engineered ibrida plug-in da 360 CV

    Peugeot presenta la 508 Sport Engineered ibrida plug-in da 360 CV


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.