A- A+
Cronache
Guerra Russia-Ucraina, il direttore Perrino a Ore14: “Tragico gioco di potere"

Guerra Russia-Ucraina, Perrino: “Un tragico gioco di potere, bisogna ragionare sugli effetti”

Nell’appuntamento di oggi Ore14, il programma diretto da Milo Infante su Rai2, è tornato sulla guerra in Ucraina e sui temi più caldi della cronaca nazionale: dalla vicenda di Liliana Resinovich al più recente caso di accoltellamento di una donna a Lentini (Siracusa), che vede indagato il marito. Tra gli ospiti in studio anche il direttore di Affaritaliani.it, Angelo Maria Perrino.

Tra i temi relativi alla guerra, ce n’è uno che, in particolare, interessa da vicino gli italiani: il costo elevato delle bollette e il caro carburante. In un post pandemia già complicato, si inseriscono le conseguenze economiche della guerra russo-ucraina. “Già li vediamo gli effetti, reali e indotti da speculazione. In generale, la guerra porta solo distruzione. Ho come la sensazione che l’Ucraina sia solo il teatro in cui i grandi della terra hanno scelto di regolare i conti tra di loro. La guerra non finirà finché agli oligarchi del mondo non sarà conveniente. Sono tragici giochi di potere, dove è riduttivo valutare chi tra Zelensky e Putin ha ragione. Bisogna ragionare sugli effetti”, ha detto il direttore Perrino.

 

 

 

 

Lentini, accoltellata in casa sua: parla il marito della vittima

Nel corso della puntata si è affrontata anche la vicenda di Naima Zahir, la donna trovata morta in casa sua, a Lentini (Siracusa). È attesa per oggi l’autopsia mentre, in serata, gli agenti della polizia torneranno sul luogo per verificare la presenza di tracce ematiche con il luminol. Secondo gli investigatori è esclusa opzione di suicidio, versione invece confermata dal marito della donna. L’uomo, unico indagato, ha rilasciato un’intervista confessando di aver estratto il coltello conficcato nel collo della moglie e di aver pulito il sangue sul pavimento prima di chiamare i soccorsi.

Per il direttore Perrino, "il pulire il sangue come prima reazione è sintomatica di un uomo che ha qualcosa da nascondere. Capisco perchè sia indiziato. Su di lui hanno probabilmente più di un elemento, altrimenti a fini investigativi avrebbero tenuto d’occhio anche il figlio”.

Lilly Trieste, Perrino: “L’autopsia rafforza la pista del suicidio”

Ore14 non ha spento i riflettori sul caso di Liliana Resinovich. Attualmente, la pista del suicidio resta la più seguita dagli inquirenti: sul corpo della donna non ci sono segni di violenza, ma si attende l’esito degli esami tossicologici.

Perrino sottolinea come l'autopsia rafforzi la pista del suicidio. "È un elemento di cui tener conto", spiega.  "Essere insofferente verso il marito o verso la vita?" Si chiede il direttore riflettendo sulla fine di Liliana. "Potrebbe aver deciso di farsi da parte. Perché escluderlo?”. Il caso si è colorato di giallo dopo le diverse versioni raccontate dal marito Sebastiano Visentin e dopo i racconti di Claudio Sterpin, amico "speciale" di Liliana. “Nella prima fase di questa indagine avevamo gli occhi puntati su Sebastiano, non è emerso nulla di concreto. Ora, ci siamo spostati su Claudio. Alla fine credo prevarrà l’ipotesi di suicidio”, scandisce il direttore Perrino. Ipotesi che sarebbe confermata dalle analisi per estrapolare le tracce di dna, precedentemente rinvenute sul luogo del ritrovamento. Gli inquirenti sono sempre più convinti dell’archiviazione per suicidio.

 

 

Leggi anche: 

" Russia-Ucraina, fermate queste elites mondiali, stanno portando l'umanità alla distruzione

Guerra, benzina oltre 3 euro al litro e scaffali vuoti. Gli effetti in Italia

Guerra Ucraina? Anche in comunicazione, tra armi cinesi e laboratori biologici

Bonus energia: aiuti da 15mila euro di Isee in giù. Come funziona. I dettagli

M5s, Conte torna? Subito nuovi ricorsi. L'avvocato Borré pronto a rilanciare

Belen e Stefano De Martino sono tornati insieme: la conferma in un video

Sean Penn a Ctcf: "Zelensky la mia più grande ispirazione"

“Drive” di Daniel Pink: cosa guida davvero la motivazione nel lavoro

Enel, “Energie per Crescere” ha già interessato 700 giovani candidati

Mipel, al via la 121esima edizione della fiera dedicata alla pelletteria

Iscriviti alla newsletter
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"





motori
Ayrton Senna Forever: Omaggio al Campione al MAUTO

Ayrton Senna Forever: Omaggio al Campione al MAUTO

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.