A- A+
Cronache
"La Franzoni la capisco": tazza per Festa della mamma scatena la polemica
Tazza Franzoni

"La Franzoni la capisco": la tazza per Festa della mamma scatena la polemica

"Un po’ la Franzoni la capisco", accompagnata dalla didascalia dell’immagine su Instagram: "Mamma tvukdb" ("Mamma ti voglio un casino di bene"). E sul web impazza la polemica. Polemica perché il riferimento ad Annamaria Franzoni, la mamma di Cogne condannata per l'omicidio del figlioletto Samuele Lorenzi morto il 30 gennaio 2002 a soli due anni, e la stampa sulla mug bianca, non sono stati apprezzati. Anzi, non sono risultati comprensibili ai più. 

LEGGI ANCHE: Annamaria Franzoni torna a Cogne: la vacanza nella villa del delitto. FOTO

Gli autori? Due coniugi baresi di "Piattini Davanguardia", una pagina Instagram che mette in vendita "ceramiche, risate e disagio, dipinte a mano". I due artigiani solitamente propongono tazze con frasi che strappano un sorriso per l’ironia che le caratterizza e i giochi di parole originali. "Disagio e biscotti", si legge su un tazza. "Stasera pop corn e governi che cadono", scrivono su un’altra. Questa volta però la loro ironia non è stata apprezzata. Ai numerosi commenti negativi ha risposto la stessa Annagina Totaro, di Piattini Davanguardia, che aveva già affrontato una valanga per la vendita della coppia di tazze “Rosa” e “Olindo": "Nessuno sta semplificando la situazione, si tratta semplicemente di un pensiero condivisibile o meno, tutto qua. Nessuno vi costringerò a condividerlo".

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
festafranzonimammatazza
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.