A- A+
Cronache
Lilli Gruber lascia gli orecchini (?) e vola al Bilderberg
Lilli Gruber

Lilli Gruber lascia gli orecchini (?) e vola al Bilderberg

Nell’immaginario collettivo c’è un consesso di potenti, il cui nome viene pronunciato con un misto di inquieta trepidazione e cioè il misterioso “Gruppo Bilderberg” che si incontra ogni anno. Si tratta di una riunione di circa 130 partecipanti che rappresentano i mondi della politica, delle banche e dell’economia. Insomma l’élite mondiale del Potere, con la “P” maiuscola. Una sorta di ONU privata in cui si cerca di influenzare l’andazzo del mondo. I temi trattati riguardano l’intera umanità.

Il primo convegno fu organizzato dal banchiere americano David Rockefeller nel 1954 e si tenne presso l’hotel de Bilderberg a Oosterbeek, una piccola e ordinata cittadina dei Paesi Bassi. Questo primo convegno trattò del tema dell’ostilità europea agli Usa, ed infatti era presente anche il capo della CIA dell’epoca, Walter Badell Smith. Il meccanismo era concepito perché per ogni nazione fosse invitato un conservatore ed un progressista. L’iniziativa ebbe un grande successo e da allora ci sono stati molti incontri. Il gruppo si riunisce in Hotel di estremo lusso in giro per il mondo con preferenza per l’Europa, gli Usa, I Paesi Bassi e il Canada.

Il fatto che la conferenza sia chiusa al pubblico e non si possano poi citare le fonti, ha dato luogo a moltissime polemiche favorendo anche teorie complottiste che trovano il loro riferimento al libro “Club Bilderberg”, scritto da Daniel Estulin. Attualmente (2023) nel comitato direttivo per l’Italia c’è John Elkann, presidente di Stellantis Per fare qualche altro nome c’è anche José Barroso attuale presidente di Goldman Sachs e già presidente della Commissione Europea. Lo scorso anno la Conferenza si è tenuta a Washington quest’anno si terrà dal 21 maggio a Lisbona, in Portogallo.

Il tema principale sarà quello più di “moda” al momento e cioè l’Intelligenza Artificiale, insieme a temi più tradizionali come la transizione energetica, naturalmente la guerra Russo – Ucraina e le strategie per contenere lo sviluppo della Cina, tema questo particolarmente caro agli Usa. Presenti le solite 130 persone. Tra le altre, il segretario Generale della NATO Jens Stoltenberg, la Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola, il Ministro degli Esteri Ucraino Dmytro Kuleba, il vice presidente della Commissione Europea Josep Borrel. E poi ancora i rappresentanti delle grandi aziende come: Sam Altman, CEO di OpenAI, Eric Schmidt (Google), Albert Bourla (Pfizer). 

SEGUE

Iscriviti alla newsletter
Tags:
lilli gruberlilli gruber bilderberg
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento

Politica

Lavoro forzato al capolinea: c'è il divieto Ue di vendere merce prodotta con lo sfruttamento


in vetrina
Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"

Djokovic re del tennis e del vino: "Produciamo syrah e chardonnay"





motori
Ayrton Senna Forever: Omaggio al Campione al MAUTO

Ayrton Senna Forever: Omaggio al Campione al MAUTO

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.