A- A+
Cronache
Lilly Trieste, la disputa tra il fratello e il marito per la cremazione

Liliana Resinovich, il fratello invia una diffida a Sebastiano Visintin a cremare il corpo di Lilly

Sergio Resinovich, fratello della 63enne Liliana, scomparsa il 14 dicembre a Trieste e trovata morta poco lontano dalla propria abitazione il 5 gennaio scorso, ha inviato per tramite del suo legale una diffida a Sebastiano Visintin a cremare il corpo della moglie. "Visintin", scrive il legale Faldati, "aveva manifestato l'intenzione di procedere alla cremazione e noi siamo intervenuti con una diffida, anche in vista di possibili esigenze di indagine". La Procura ha infatti autorizzato la sepoltura ma non vietato la cremazione, nell'ottica di effettuare ulteriori accertamenti sulla salma. Come ribadito più volte dal fratello, la cremazione sarebbe potuta essere di intralcio alle indagini ancora in corso. Ma questo non sembra preoccupare Visintin a quanto sembra.

Lilly, la borsa posizionata in modo insolito e i 2000 euro in casa 

A settimane dal ritrovamento del cadavere di Lilly continuano le indagini per capire che cosa le sia successo. Non sembra si possa più scartare nemmeno l'ipotesi del suicidio. In particolare, tra i diversi punti ancora oscuri della vicenda, i riflettori sarebbero puntati sulla borsa di Liliana, trovata proprio a casa sua, dal fratello - a pochi giorni dalla scomparsa della donna - che non era posizionata come Lilly faceva sempre "in orizzontale". Abitudine confermata anche dalla cognata della 63enne. Poi c'è un altro elemento che non torna. La somma di 2000 euro che Visintin ha dichiarato che la moglie gli avrebbe lasciato per pagare le bollette. Anche in questo caso il fratello di Lilly, Sergio Resinovich ha fatto avanti le sue perplessità. "Strano, perché era sempre Liliana a pagare le bollette", ha dichiarato. A giorni dalla scomparsa quando andò a cercare Visintin, ha raccontato inoltre, quest'ultimo gli parlò di soldi piuttosto di preoccuparsi per la moglie sparita. 

 

LEGGI ANCHE

L’obbligo vaccinale comincia a scricchiolare
Cure negate, Grimaldi dopo il Tar: “dimettetevi tutti”
Troppi giovani morti nel secondo semestre del 2021
Commenti
    Tags:
    lillymorte liliana resinovichtrieste
    Iscriviti al nostro canale WhatsApp





    in evidenza
    Affari in rete

    Politica

    Affari in rete

    
    in vetrina
    Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni

    Nutella, il gelato è stato già richiamato: c'è un problema con gli allergeni





    motori
    Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

    Alpine apre il primo atelier Alpine a Barcellona

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.