A- A+
Cronache
Messina Denaro, i messaggi dal 41 bis: "La Palermo bene ora ha paura"
Matteo Messina Denaro

L'avvertimento di Messina Denaro dal 41 bis: “La Palermo bene adesso ha paura”

Matteo Messina Denaro si sente tradito. Lo scrive oggi Repubblica, che propone ampi stralci dei messaggi intercettati al boss di Cosa Nostra in carcere al 41 bis. Ecco quanto si legge nell'articolo a firma di Lirio Abbate: "Dottoressa, lei è mai stata a Palermo?" chiede Matteo Messina Denaro al medico che lo sta visitando in carcere, e lei risponde: "No, non sono mai andata a Palermo".

Secondo quanto scrive Repubblica, il boss sorride e replica subito, vorrebbe attaccare bottone: "È una città bellissima di un milione di abitanti, e le dico una cosa...", il capomafia la guarda in faccia, accenna con l'espressione della bocca ad un sorriso ironico, imposta il tono della voce come per fare un annuncio serio e importante, e lancia una bordata anche in successive frasi: "La Palermo bene ora ha paura". Anche se dai messaggi emerge un boss che si sente tradito.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
41 bischatmessina denaro
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

Guarda le immagini

Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi


in vetrina
Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo





motori
Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Citroën inaugura a Parigi “Le Chëvron” per presentate la nuova e-C3

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.