A- A+
Cronache
Niente cappuccino dopo le 12? Ecco perché va bene col salato e a tutte le ore

"Niente cappuccino dopo mezzogiorno"? Ecco perchè è ottimo a tutte le ore e con il salato

“Scusi, posso avere un cappuccino?”. Quante volte, entrando in un bar per fare colazione, abbiamo pronunciato questa frase. Il cappuccino, in effetti, è una delle bevande più gettonate dagli italiani per il primo pasto della giornata. Lo stesso non vale per i turisti, che amano accompagnare ciò che mangiano, salato o dolce che sia, a qualsiasi orario, con il famoso “caffè e latte montato”.

Ecco che allora la creatrice della pagina Instagram “Rome Italy Travel” ha pensato bene di lanciare un appello ai visitatori del Bel Paese: “Per favore, niente cappuccino dopo mezzogiorno”, facendosi immortalare con tanto di fotografia con Fontana di Trevi sullo sfondo e scritta ben in vista tra le mani.

Il cartello "No cappuccino dopo mezzogiorno"Il cartello "No cappuccino dopo mezzogiorno"
 

Sembra, però, che sul cappuccino non ci sia una vera e propria regola che impone di berlo solo a colazione, e con qualcosa di dolce. La Rivista "Gambero Rosso" scrive che “ognuno ha la libertà di fare quel che gli pare, sempre se non lede la libertà altrui, e che pure noi italiani ogni tanto profaniamo le cucine degli altri (vedi ad esempio l'inondare di salsa di soia il sushi)”, per poi aggiungere: “L'abbinamento cappuccino e salato è uno dei capisaldi della colazione ligure. Cappuccino e focaccia vi dice niente? Dunque, perché non dovremmo servire un cappuccino al turista che sta mangiando la regina indiscussa di Roma, la pizza bianca?” Insomma, anche la rivista gourmet per antonomasia spezza una lancia in favore di una tra le trasgressioni turistiche più sotto accusa.

Tanto che il Gambero sottolinea: “Sempre rimanendo nei toni scherzosi, quando abbiamo letto quel cartello il pensiero è andato subito alle versioni del cappuccino degli chef (deformazione professionale), in primis l'intramontabile Cappuccino di seppie al nero di Massimiliano Alajmo, entrato in carta a Le Calandre nel 1997 e praticamente mai uscito dal menu, oggi proposto nella degustazione dedicata ai classici, da scegliere in alternativa al vegetariano Cappuccino Murrina. Cappuccino che si è trasformato in quello della Laguna nel ristorante Quadri, cambiando di volta in volta in base all'arrivo del pesce al mercato di Rialto. Sempre da mangiare pescando in fondo con il cucchiaio”. Ma altro cappuccino famosissimo è quello di Massimo Bottura, chef dell’Osteria Francescana Modena tra i più gettonati e in vista in Italia e all’estero, basato su “una zuppa cremosa di cipolle e patate servita in tazza, con sopra uno schizzo di aceto balsamico tradizionale”.   

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cappuccinooresalato
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"

Guarda il video

Affari gastronomici/ Il direttore Perrino dialoga con gli chef Antonella Ricci e Vinod Sookar. La presentazione del libro di ricette "Dalla Puglia con amore"


in vetrina
Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia

Una nuova speranza per i malati di Sla: la svolta è un farmaco per la leucemia





motori
Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Nuova Audi RS Q8: record al Nurburgring

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.