A- A+
Cronache
Spagna, donna contagiata dall’Hiv dopo una tac. 150mila euro di risarcimento

Malasanità: una tac veicola il contagio dall’Hiv

Immaginate di essere malati e aver bisogno di cure ed esami in ospedale, di una tac per esempio. Sottoporsi a questa procedura di routine, per poi scoprire di aver contratto l’Hiv. È successo realmente nel 2018 a una 32enne spagnola, affetta da "carcinoma ovarico, carcinosi peritoneale e ascite", ha vissuto quest’incubo presso l’Ospedale pubblico Gregorio Maranon di Madrid.

Il sospetto nella giovane donna è nato quando ha iniziato ad accusare dei problemi ai reni, che, dopo ulteriori accertamenti, hanno portato all’amara scoperta. In sede di processo – come riporta El Paìs –  il governo regionale si è difeso “assicurando che l'infezione non era "correlata alle cure ricevute" e che l'assistenza sanitaria fornita era stata "adeguata e conforme alle leggi". "Non si può escludere che l'infezione da Hiv sia legata alla sua attività di dentista o alle cure ricevute in centri privati", si legge addirittura tra le tesi della difesa. 

Nonostante il fermo respingimento dell’ente pubblico però, la verità era un’altra ed è stata riconosciuta. Secondo i giudici infatti, considerata "l'esistenza di due casi positivi di Hiv nella data in cui è stata eseguita la Tac sulla donna" e “i precedenti contagi da epatite C avvenuti nello stesso centro e con lo stesso test” hanno condannato l’ospedale a risarcire la donna per il danno subìto con una somma di 150mila euro per "inadempienze nelle procedure lavorative".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
hivhiv contagiomalasanitàrisarcimentospagna
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni

Le due star vogliono diventare solisti

Maneskin, Damiano e Victoria stufi. La band si scioglie? Le indiscrezioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.