A- A+
Cronache
Strage Capaci, scontro tra Maria Falcone e il cognato del giudice

Strage Capaci, lo scontro in famiglia per i legami con il sindaco Lagalla

Sono passati 31 anni dalla strage di Capaci, l'attentato mafioso che è costato la vita al giudice Giovanni Falcone, alla moglie Francesca Morvillo e a tre agenti della scorta. Ma proprio nel giorno delle celebrazioni, di quel tragico 23 maggio 1992, è esploso uno scontro tra i familiari. La domanda, dirompente, l’ha posta Alfredo Morvillo: "In questa città - dice il fratello di Francesca a Repubblica - aver fatto accordi con la mafia viene ritenuto da tutti un fatto disdicevole?" Un chiaro riferimento alla giunta di centrodestra del sindaco Roberto Lagalla, sostenuta dagli impresentabili Marcello Dell'Utri e Salvatore Cuffaro, entrambi politici condannati per fatti di mafia. "Troppo spesso i cittadini ricevono dall'alto segnali che invitano a convivere con ambienti notoriamente in odore di mafia": Morvillo, ex procuratore di Trapani, non ha usato mezzi termini.

Leggi anche: Trattativa Stato-Mafia, confermata l'assoluzione per vertici Ros e Dell'Utri

Leggi anche: Trattativa Stato-mafia, non è finita. Chiesto appello-bis per vertici del Ros

E, ora, le sue parole - prosegue Repubblica - suonano anche come una critica, neanche troppo velata, a Maria Falcone, la sorella di Giovanni, che durante la campagna elettorale dell’anno scorso si scagliò contro gli impresentabili («La politica non si può permettere sponsor che non siano adamantini, Dell’Utri e Cuffaro non lo sono»), quest’anno invece ha firmato un accordo con Lagalla per realizzare un nuovo museo dell’antimafia. E non accetta critiche. Piuttosto, lancia un appello all'unità: "È il tempo di andare avanti — scrive Maria Falcone in una lettera a Repubblica — di perseverare nella ricerca della verità e al contempo smettere di usare l’antimafia per fare carriera, per fare passerella", questa la contro-frecciata al fratello di Francesca Morvillo.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
strage capaci
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex

L'attacco a Fernando Alonso

La vendetta di Taylor Swift in un brano: "revenge song" contro il suo ex


in vetrina
Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid

Boom per Salone del Mobile 2024 e Fuorisalone: i numeri tornano ai livelli pre Covid





motori
Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Opel celebra 125 anni dalla nascita della produzione industriale dell’ auto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.