A- A+
Cronache
Strage di Erba, Azouz Marzouk choc: "Rosa e Olindo innocenti. Ecco perchè"
Azouz Marzouk

Strage di Erba, Azouz Marzouk choc: "Non sono stati Olindo e Rosa. Io per primo ho avanzato richiesta di revisione"

È un Azouz Marzouk inedito, quello che si potrà ascoltare il prossimo 25 maggio in un’intervista annunciata da Fabrizio Corona, e che sarà pubblicata su YouTube.

L’uomo, che nella tristemente nota strage di Erba perse la moglie Raffaella Castagna e il figlio di appena due anni, Youssef, ha rotto il silenzio sull’ipotesi di revisione del processo a carico dei due condannati, i coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi, e ha affidato ai microfoni del podcast GB Talks il suo punto di vista sul massacro. Non è la prima volta che parla, Marzouk, e si dichiara convinto dell’innocenza di Olindo e Rosa, condannati all’ergastolo in via definitiva. Innocenza sostenuta anche dal sostituto pg di Milano, Cuno Tarfusser, che ha depositato istanza di riapertura del caso addirittura prima che lo facesse la stessa difesa. Ora si attende la decisione sull’atto del magistrato, la cui valutazione spetta alla Corte d’Appello di Brescia.

Nel frattempo però, intervistato proprio da Corona e da Gian Pietro Beltrando, Azouz è intervenuto nuovamente sul caso. In un'anticipazione diffusa dagli stessi autori via social l'uomo rivela: “Sicuramente penso ancora che Olindo e Rosa siano innocenti. Io e il mio avvocato abbiamo fatto una richiesta di revisione già prima. Per me, il pubblico ministero chiede tre anni e mezzo di carcere per diffamazione perché ho chiesto di riaprire il processo perché credo nell’innocenza di Rosa e Olindo". E aggiunge: "Perché credo che non siano stati loro? Perché ci sono tanti, tantissimi errori, tutto sui verbali, non si tratta di miei pensieri. È tutto sui verbali. Ho chiesto di riaprire il caso per fare giustizia”.

Revisione mattanza di Erba, Fabrizio Corona: "La strage è stata commessa per droga"

Lo stesso Fabrizio Corona, nel podcast, rivela: “Nelle carte della revisione richieste da parte della difesa e del nuovo Procuratore generale, si dice che la casa di Azouz, dove è stata uccisa Raffaella ed il povero bambino e le altre persone, era la via dello spaccio, e che l’omicidio non sia stato commesso da Rosa e Olindo ma per motivi di droga”.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
azouzerbaolindoprocessorevisionerosastrage
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini





motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.