A- A+
Cronache
Trani, giallo sul decesso del dottor Schonauer. Figlio: “Non è morte naturale"

Potrebbe non essere stata una morte naturale a portare via il professor Sergio Schonauer, uno dei più noti ginecologi di Bari. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, infatti, verso la fine della cerimonia funebre di sabato, i carabinieri hanno bloccato il trasferimento della salma. Schonauer è stato direttore del dipartimento di Ginecologia dell’Università, un luminare nel suo campo, considerato in tutto il Meridione un punto di riferimento per i tumori dell’apparato femminile. La salma ora è stata consegnata al’autorità giudiziaria.

Tutto nasce dall’inchiesta della Procura di Trani a seguito di un esposto presentato da uno dei figli del professore che vuole vederci meglio sulle cause della morte del padre. Ancora non è chiaro se i magistrati prenderanno in considerazione una eventuale autopsia, come richiesto dalla famiglia.

Fra le voci, l’ipotesi di avvelenamento che però fonti della Procura - al Corsera -  smentiscono. La morte di Schonauer resta un giallo. Il professore viveva a Trani con la sua seconda moglie, dalla quale aveva avuto un figlio ma a presentare l’esposto in Procura è stato uno dei figli della prima moglie. La famiglia sospetta che la sua non sia stata una morte naturale, ma causata da altro. Alla base della ricostruzione contenuta nella denuncia ci sarebbero questioni ereditarie. Ma si tratta solo di ipotesi che la Procura di Trani, al momento, non conferma.

 

 
Commenti
    Tags:
    tranischonauerdottor schonauer
    in evidenza
    Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

    Sport

    Paola Ferrari in gol, sulla barca
    "Niente filtri". Che bomba, foto

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico





    casa, immobiliare
    motori
    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

    Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.