A- A+
Cronache
Scandalo: corpi donati alla scienza, ma l'obitorio trafficava gli organi

Le famiglie dei donatori fanno causa all’università Usa. La scuola di medicina e un obitorio dell'Arkansas al centro della macabra scoperta

Sembrava una storia da complottisti, ora prende forma nella sua macabra realtà. Tre famiglie del Massachusetts hanno accusato la prestigiosa Harvard Medical School di Boston di utilizzare i corpi dei loro cari, donati alla scienza, per un traffico di organi umani. Gli accusati che sono anche imputati facevano tutti parte di una rete nazionale che comprava e vendeva resti umani rubati sia alla Harvard Medical School sia da un obitorio a Little Rock in Arkansas.

La Harvard Medical School ha dato i natali a ben 16 premi Nobel, ed è finita sui titoli dei giornali USA per il direttore dell’obitorio, che insieme ad altre tre persone, è accusato di acquisto e vendita di resti umani trafugati tra il 2018 e il 2021. L’uomo era a capo della Anatomic Gifts Program, il programma di donazioni degli organi dei privati cittadini. Anche The Guardian e Associated Press riferiscono che secondo i pubblici ministeri che si occupano del caso l’uomo, Cedric Lodge, avrebbe rubato "teste, cervelli, pelle, ossa e altri resti umani ... e ha rimosso quei resti dall'obitorio nel Massachusetts e li ha trasportati nella sua residenza nel New Hampshire".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
bostondonatoriharvard medical schoolorganiresti umanitrafficouniversitàusa
Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico





motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.