A- A+
Cronache
Vannacci: "Ordini da donne e gay? Sì. Ma gli omosessuali sono privilegiati"

Vannacci: "Non sono omofobo, ma gli omosessuali sono provilegiati. E Pinotti..."

Il generale Roberto Vannacci ha rilasciato una lunga intervista a Libero dopo la polemica scaturita sui contenuti del suo libro "Il mondo al contrario" e la successiva rimozione dall'incarico nell'esercito. "Tutta questa vicenda è stata un grandissimo scombussolamento, soprattutto per mia madre novantenne che non sta neanche molto bene", esordisce Vannacci, il quale si dice "fiero" del libro "scritto, corretto, paragrafato". E dice che non si sarebbe mai immaginato la presa di posizione del ministro della Difesa.

"Quello che dico nel libro è che chi solleva certi temi la paga. Lo si annichilisce, lo si censura, lo si fa sparire, lo si demonizza, addirittura gli si dà de malato, dell'omofobo", dice Vannacci a Libero, aggiungendo: "Io non ho alcun pregiudizio sugli omosessuali. Quello che mi dà fastidio è la sovraesposizione di questo fenomeno. Anche per una questione naturale l'umanità si deve riprodurre". 

Vannacci dice poi di essere favorevole alle donne nell'esercito, "perché io le donne nell'esercito non le considero donne, le considero soldati e li tratto come tali. Mi faccia togliere un sassolino dalla scarpa. Ho letto che l'ex ministro della Difesa e senatrice Pinotti ha tirato in ballo il sessismo. (...) Io lancio una sfida. Ho avuto la fortuna di essere a comando di tanti soldati donna e per soldati intendo di qualsiasi grado. Chiedo a tutte le donne, soprattutto quelle che hanno servito con me in zone di operazione, di denunciarmi immediatamente per eventuali comportamenti sessisti o machisti che io ho avuto nei loro confronti".

Vannacci dice sempre a Libero che non avrebbe problemi ad accettare donne e gay come superiori. "La stessa Pinotti è stata mia superiore". Vannacci dice che l'ex ministra lo accusa di machismo ma quando era in carica si lanciò col paracadute. E poi rivendica la frase sugli omosessuali: "Li ho definiti non normali. Sono assolutamente convinto di quello che ho detto. No, non cambierei nulla". E aggiunge alla fine che a suo dire "essere gay vuol dire essere intoccabili, ma soprattutto privilegiati".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
omosessualivannacci

Leggi anche:

Iscriviti al nostro canale WhatsApp





in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


in vetrina
Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo

Canalis e Masolin, la strana coppia sul piccolo schermo





motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.