A- A+
Culture
Dry Aged non solo Food and Wine: a Milano pranzo e cena tra arte e design

Dry Aged a Milano, sinergia tra cucina e servizio by Matteo Ferrario e Stefano Carenzi

Dry Aged, è il nuovo progetto di due giovani, chef e maitre, che dopo diverse esperienze gourmet hanno deciso di puntare su loro stessi: sono Matteo Ferrario e Stefano Carenzi.

La loro sinergia tra cucina e servizio si concretizza nella ricerca della concentrazione del gusto, nella sperimentazione delle frollature, delle macerazioni, a partire dalla carne, come attestano le imponenti costate che accolgono in sala, ma anche un profondo studio sul pesce, sui vegetali e con le più moderne tecniche di cucina, mixate con la sapienza antica e dal feeling nordeuropeo, l'intensità del gusto viene portata ai massimi livelli. Tutte le materie prime per le frollature vengono selezionate dallo chef da piccoli produttori locali. Il Dry Age vuole portare una tipologia di cucina che a Milano ancora mancava.

Dry Aged, le 3 sale e il mood "Life is beautiful"

L'accoglienza la fa la scritta al neon “LIFE IS BEAUTIFUL” che racconta il mood di questi due giovani intraprendenti. Una nuova destinazione in pieno centro Milano, tra Sant'Ambrogio e Corso Genova. Stile urban ed eleganza informale accolgono gli ospiti in tre ambienti: dal New York bar con tavolo social, alla sala con panoramica sulla cantina, da prenotare anche come privée, una delle poche sale disponibili per almeno 14 persone a Milano, e la sala con cucina a vista attraverso un oblò, quasi un occhio magico a spiare lo chef al lavoro.

Dry Aged 3
 

Dry Aged, la Cucina

Tra i signature di Dry Aged spiccano sicuramente sicuramente i Mondeghili della tradizione, spinacino sautè, salsa senape e zafferano; lo Spaghetto ai 3 pomodori mantecato con olio EVO e basilico; l'Entraña alle braci, cipolla caramellata e soffice di patate e paprika. Non mancano poi le tartare di manzo, diverse a seconda della stagionalità e che si possono trovare sia al naturale che marinate o affumicate. Le costate, fiore all'occhiello della ricerca nelle frollature: dalla Fassona selezione "La Granda" alla Costata di Rubia Gallega, da quella di Pezzata Rossa alla gran selezione Dry Aged. Altra specialità della casa certamente i risotti realizzati alla maniera “del Dry Aged” accostando tradizione e innovazione. Tra i dolci si consigliano il Tiramisù e il “Quasi” cannolo alla siciliana.

Dry Aged piatti 0
 

Dry Aged, la cantina vini

Il maitre e sommelier Stefano Carenzi ha selezionato tanti produttori di nicchia, sia esteri che italiani per allestire la spettacolare cantina a vista che abbraccia la sala privée. Dalla sala in cui si cena, che può essere prenotata anche per cene private, si possono ammirare tutte le etichette in esposizione e, sceglierle. Una grande attenzione dedicata anche a tante etichette Triple A e della selezione Abere, tra vini naturali e biodinamici.

Dry Aged, Arte e Design

Non solo Food ma anche Arte e design, due componenti fondamentali che caratterizzano il dna del Dry Aged. La scultura lampadario dal design futuristico che con i suoi giochi di luce illumina il pavimento originale anni Venti nelle sale principali, e i neon rosso fuoco che inondano le pareti color azzurro petrolio in un graffiante contrasto, accompagnano l'ospite in una sorta di viaggio punk rock tra opere d’arte contemporanea, fotografia e street art. Una selezione di opere unica in cui troviamo un “Joker” originale di No Curves, lo pseudonimo dietro il quale si nasconde uno dei più famosi artisti della tapeart di tutto il mondo, che sorprende per il suo stile unico e geometrico, caratterizzato dalla totale assenza di curve rotondità; alle visioni veneziane di OBEY, tra i maggiori street artist contemporanei; sino alla nostra città Milano, interpretata dal calligrafo Giuseppe Caserta.

Voler stupire è uno degli elementi distintivi di Dry Aged, e come sappiamo solo la bellezza dell'arte e del cibo può regalarci emozione uniche.

Dry Aged 6
 

Dry Aged, chi è Matteo Ferrario

Una grande esperienza che, nonostante la giovane età (33 anni) ha maturato in numerosi stellati, da Ettore Bocchia, considerato tra i fondatori della cucina molecolare italiana, presso villa Serbelloni a Bellagio, sul Lago di Como; poi con Stefano Baiocco, a Villa Feltrinelli, a Gargnano sul Lago di Garda; poi da Giuliana Germiniasi al Capriccio di Manerba e Gianni d' Amato al Rigoletto di Reggiolo. Infine l'ultima esperienza, che conta 5 anni e dove incontra il suo futuro socio, Stefano Carenzi, da Terrazza Triennale Osteria con Vista a Milano, con lo chef Stefano Cerveni. Lo si può annoverare tra i giovani chef emergenti sulla piazza di Milano.

Dry Aged, chi è Stefano Carenzi

Classe '91 (30 anni), Stefano Carenzi prima di approdare al Dry Aged, ha realizzato numerose esperienze in tanti ristoranti stellati, come il suo socio. Da Joia con Pietro Leeman a Milano; al Dining Room, ristorante stellato all'interno del 5 stelle lusso The Goring Hotel di Londra; da Oro Restaurant a Venezia, all'interno del Belmond Cipriani; al Ristorante Berton a Milano fino a ricoprire la posizione di Restaurant Manager allo stellato IT.

Dry Aged 5
 

Leggi anche: 

" Spese militari, sondaggio di Affaritaliani boccia la linea Draghi-Mattarella

Governo, Draghi a casa se Conte lo molla. Il Pd non ci sta, elezioni a giugno

Aumento spese militari, "la Lega è al fianco di Draghi". Intervista

Generali licenzia Cirinà: "Non leale".Calta porta già in dote 1 euro al titolo

Green Pass, Puzzer ad Affari: “Vogliono licenziarmi. Che mi arrestino...”

Ascolti TV ieri 29 marzo 2022: Ore 14 vola con il direttore Angelo Perrino

Paola Ferrari via da Rai: Sgarbi e La Russa la difendono. Sei d'accordo? FOTO

Ucraina, Antonio Razzi in missione al confine: "Non mi vogliono nel Paese". VIDEO

Digital Platforms: tecnologie e cybersecurity a supporto della società

Banca Ifis: lo sport in Italia vale 96 miliardi di euro. 3,6% del PIL

Banca Ifis, al via l'Osservatorio sullo Sport System italiano

Iscriviti alla newsletter
Tags:
artedesigndry agedfood





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico

Un racconto sulle assurdità del nazismo: la recensione di Ferrovie del Messico


motori
DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

DS Automobiles: protagonista al Chantilly Arts & Élegance Richard Mille

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.