A- A+
Culture
Calabria, sound etnico al Paleariza. Il 20 si chiude con la pizzica

Il Festival Paleariza, la cui 1° Edizione è stata realizzata nel 1997, è arrivato alla sua 16° Edizione. costituendo uno dei più importanti eventi di musica etnica regionali.

Il Festival Paleariza 2014 è promosso e realizzato dal GAL Area Grecanica in collaborazione con l'Ente Parco dell'Aspromonte, la Provincia di Reggio Calabria e i Comuni dell'Area Grecanica (Bova, Bova Marina, Melito Porto Salvo, Palizzi, Condofuri, Roghudi, Staiti e San Lorenzo).

Il Festival ha permesso a migliaia di persone non calabresi di conoscere il meraviglioso territorio dell'Area Grecanica, con tutto il suo patrimonio di identità culturali millenarie.

Inoltre il Festival ha contribuito ad accrescere il senso di appartenenza alla comunità locale della popolazione e dei giovani e, nel contempo, ha attivato piccoli ma significativi processi economici legati all'ospitalità, alla ristorazione, alla vendita dei prodotti tipici dell'area.

Il territorio dell'Area Grecanica è costituito dall'estremo lembo meridionale dell'Aspromonte che si affaccia sullo Jonio, fra le due punte di Capo d'Armi e Capo Spartivento.

Un mondo opposto è invece l'interno, in gran parte collocato dentro i confini del Parco Nazionale dell'Aspromonte.

Quest'area, le cui radici culturali millenarie affondano nelle prime colonizzazioni dei greci, è rimasta nel tempo la culla secolare della minoranza linguistica elleno fona, custodendo comunque immutate le tracce della sua antica natura di crocevia del Mediterraneo.

Paleariza è festival musicale della tradizione folclorica, non solo calabrese e ha ospitato nel corso delle diverse edizioni grandi interpreti della musica etnica.
La manifestazione si concluderà il 20 agosto con il concerto di "Officina Zoè" grandi padri della musica salentina, band trascinante e dal sound inconfondibile ambasciatori della neopizzica.

Con loro sul palco di Bova Aziz Sahmaoui & University of Gnawa le cui musicalità giungono dal Sahara al cuore d'Europa e il gruppo tradizionale calabro Ballu di lu Sceccareddu i Focu durante il quale si esibisce al suono degli strumento tradizionali un animale pirotecnico.

Andrea Radic

Guarda intervista a Ettore Castagna direttore artistico del festival e i video della musica folkloristica

Tags:
calabria
in evidenza
Iodio, non solo nell'aria di mare Come alimentarsi correttamente

La ricerca sfata i luoghi comuni

Iodio, non solo nell'aria di mare
Come alimentarsi correttamente

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra

Una gamma completa per la nuova generazione di Opel Astra


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.