A- A+
Culture
Giacomo Casanova. La sonata dei cuori infranti

Di Chiara Giacobelli

Venezia – Giacomo Casanova è appena rientrato a Venezia, la città del suo cuore e di quelli infranti lasciati dietro di sé. Osserva la placida laguna con gli occhi di un innamorato, pronto a lanciarsi in nuove avventure passionali e non solo; ma non può immaginare che questa volta saranno proprio due donne a sorprenderlo, come mai gli era accaduto prima. Margarethe von Steinberg è un’avvenente straniera che gli lancia una sfida: conquistare la giovane e sprovveduta Francesca Erizzo, di famiglia nobiliare e promessa sposa a un mercante di cuoio. Apparentemente nulla di più facile per il libertino più famoso d’Europa, eppure… le cose non andranno come ci si potrebbe aspettare.

Nasce così, dalla penna e dall’immaginazione del Premio Bancarella Matteo Strukul, un romanzo che, se da una parte si snoda all’interno dell’atmosfera e del contesto storico settecentesco, dall’altra riprende gli intrighi, lo stile e il ritmo della spy story, come afferma lo stesso autore. “Giacomo Casanova. La sonata dei cuori infranti”, edito da Mondadori e ampiamente pubblicizzato in questi mesi, è dunque un mix di elementi che vede come protagonisti la passione, l’avventura, la verità intrecciata alla fantasia e, non ultima, Venezia.

Inevitabile constatare quanto amore Strukul porti in sé per il capoluogo del Veneto e per le terre che ad esso fanno da cornice: ville nobiliari, opere d’arte, grandi palazzi, scalinate e stucchi, l’imponente figura di San Marco, le calli, Riva degli Schiavoni, Dolo, Mestre e Murano. Difficile non sentire il fascino che la laguna emana lungo tutto il racconto, divenendo essa stessa un elemento imprescindibile del libro, forgiando pensieri, emozioni, immagini. “Voi non siete nessuno, Casanova!” dice la bella Margarethe al seduttore, ma lui risponde con orgoglio: “Io sono Venezia”.

Il Settecento dei dogi, delle alleanze segrete e delle terribili prigioni – compresa quella dei Piombi in cui venne rinchiuso Giacomo, vittima di feroci inganni – è il secolo in cui si sviluppa un romanzo pensato per mettere a fuoco un preciso momento nella vita del temerario veneziano. Non si deve dunque pensare a un’opera come quelle che Strukul aveva dedicato ai Medici; qui non si parte dall’inizio per arrivare sino alla fine, ma si estrae dalla straordinaria esistenza di un uomo divenuto immortale grazie al proprio fascino uno spaccato che potremmo definire “il tempo dell’amore”. Perché di fatto il Casanova che Strukul ci restituisce è un giovane capace di innamorarsi, stregato dalla dolcezza di un sentimento che soltanto ora scopre per la prima volta.

“Seduttore, spia, eroe”: il romanzo della Mondadori è consigliato per chi ama fondere lo spirito della spy story e dell’avventura al genere storico, senza tuttavia porsi l’obiettivo di essere una biografia completa, né di rispettare passo per passo l’aderenza ai fatti, conosciuti e non. Una lettura, dunque, per liberare l’immaginazione e – ovviamente – la passione.       

 

Per maggiori informazioni: www.librimondadori.it   

Tags:
giacomo casanovagiacomo casanova la sonata dei cuori infranti
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.