A- A+
Culture
In mostra a Milano i ritratti di 22 direttrici di musei
12. Flaminia Gennari Santori Gallerie Nazionali Barberini Corsini Roma ph. Gerald Bruneau

Ritratte – Direttrici di musei italiani

Volevo fare la modella è un romanzo leggero, per adolescenti, scritto dall’americana Margaret Clark sul finire del secolo scorso. Il titolo è diventato un piccolo tormentone per le ragazze di tutto il mondo, che hanno tentato, quasi sempre invano, di inseguire il sogno dell’apparire e del diventare famose. Alla ricerca di una bellezza convenzionale e stereotipata, priva di personalità e contenuti, ben rappresentata da trasmissioni tv come La pupa e il secchione, sempre inavvertite delle sagge parole del filosofo francese Voltaire: «Chiedete a un rospo cos’è la bellezza, il bello assoluto, il to kalòn: vi risponderà indicando la sua femmina, con i due grossi occhi rotondi sporgenti dalla piccola testa, la gola larga e piatta, il ventre giallo, il dorso bruno».

Eppure sino al prossimo 1° maggio nelle Sale degli Arazzi a Palazzo Reale di Milano è allestita la mostra fotografica Ritratte – Direttrici di musei italiani a dimostrare che la passione per la propria esibizione su carta kodakchrome a grande formato non è solo delle ragazzine che le mamme invece vorrebbero piccole e cicciottelle, come recita il sottotitolo del romanzo di cui sopra.

5. Andreina Contessa Museo storico e Parco Castello di Miramare Trieste e Musei Friuli Venezia Giulia ph. Gerald Bruneau5. Andreina Contessa Museo storico e Parco Castello di Miramare Trieste e Musei Friuli Venezia Giulia ph. Gerald Bruneau
 

L’intento del fotografo Gerald Bruneau, già autore degli scatti della mostra Una vita da scienziata con i ritratti di alcune delle nostre più grandi scienziate, esposta in numerose sedi italiane e internazionali (attualmente è a Praga, dopo aver toccato a febbraio Città del Messico), e della Fondazione Bracco è ovviamente quello di valorizzare l’expertise femminile presentando le professioniste che dirigono i luoghi della cultura italiani.

11. Edith Gabrielli Ministero della Cultura Istituto Vittoriano e Palazzo Venezia (ViVe) Roma ph. Gerald Bruneau11. Edith Gabrielli Ministero della Cultura Istituto Vittoriano e Palazzo Venezia (ViVe) Roma ph. Gerald Bruneau
 

«Ho voluto mettere in risalto, insieme all’incommensurabile vastità e bellezza del patrimonio artistico italiano, la bellezza di queste donne che si impegnano quotidianamente per rimettere i musei al centro di una proposta culturale elaborata in rete insieme ai soggetti più rappresentativi delle realtà in cui sono immerse, invitano alla partecipazione, stimolano confronto e pensiero critico.» Così il fotografo monegasco, che assurse a notorietà mondiale con servizi pluripremiati come quelli sul Chelsea Hotel newyorchese, sui niños de la calle (i sotterranei di Città del Messico), sui condannati a morte in Texas.

13. Alessandra Guerrini Palazzo Reale Genova ph. Gerald Bruneau13. Alessandra Guerrini Palazzo Reale Genova ph. Gerald Bruneau
 

Il risultato fotografico è brillante e acuto, eclettico e profondo, sempre identificativo sia delle persone che delle specifiche realtà che sono chiamate a conservare, tutelare, valorizzare e comunicare. Da Francesca Cappelletti, direttrice della Galleria Borghese di Roma, ad Alfonsina Russo, direttrice del Parco Archeologico del Colosseo, da Virginia Villa, direttrice della Fondazione Museo del violino Antonio Stradivari di Cremona, ad Annalisa Zanni, direttrice del Museo Poldi Pezzoli di Milano, e alle altre, impegnate a Trieste, Palermo, Modena, Venezia e così via, tutte evidenziano come la leadership al femminile possa espletare al meglio le competenze multidisciplinari che dirigere tali istituzioni comporta e possa offrire appieno un connubio di profonda conoscenza della storia dell’arte e di capacità gestionali e creative.

6. Antonella Cucciniello Biblioteca e Complesso Monumentale Girolamini Napoli ph. Gerald Bruneau6. Antonella Cucciniello Biblioteca e Complesso Monumentale Girolamini Napoli ph. Gerald Bruneau
 

La carrellata di Bruneau rende visibile tutto questo, ce lo presenta quasi come in ritratti pittorici di altri tempi, pieni di simboli, di richiami, di intenzioni.

Alle sue ricche immagini sul catalogo fanno da corollario le risposte di tutte alle domande: curriculum vitae in poche righe; cosa l’ha spinta a fare questo lavoro?; essere donna nel mondo dei beni culturali in Italia: tre “carte vincenti” che non devono mancare?; il patrimonio culturale in Italia è?; il suo motto o citazione preferita. E la risposta più stimolante all’ultima richiesta, la dà in due parole Antonella Cucciniello, direttrice della Biblioteca e Complesso monumentale dei Girolamini di Napoli: “Niente panico”.

20. Virginia Villa Fond Museo del Violino Antonio Stradivari Cremona ph. Gerald Bruneau20. Virginia Villa Fond Museo del Violino Antonio Stradivari Cremona ph. Gerald Bruneau
 

Info

Palazzo Reale – Piazza Duomo n. 12, Milano

via Saint Bon, 20 – Milano

fino al 1° maggio

orari: da martedì a domenica 10/19.30; giovedì chiusura alle 22.30; lunedì chiuso

Iscriviti alla newsletter
Tags:
mostre





in evidenza
Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”

La conduttrice vs Striscia la Notizia

Caso gioielli, Scotti punge Fagnani: “Belva addomesticata? Devi fare i nomi”


in vetrina
Affari in Rete

Affari in Rete


motori
Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Lamborghini Urus SE: l'icona dei super SUV diventa ibrida

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.