A- A+
Culture
Mia Fair, torna a Milano la fiera dedicata alla fotografia
Giovanni Gastel Simonetta Fiore

Nuovo appuntamento con MIA Milan Image Art Fair. Dopo l’annullamento dello scorso anno, tutto pronto per la decima edizione, fino al 10 ottobre negli spazi del Superstudio Maxi, quartiere sud milanese della Barona: novanta gallerie, italiane e straniere, cui si aggiungono 50 espositori tra editoria, design e progetti speciali.

Novità della rassegna 2021 due sezioni.  MIDA Milan Image Design Art indaga in merito al dialogo tra fotografia e design, grazie alla presenza di 11 espositori e alla mostra Parallel, che presenta una selezione di oggetti in edizioni limitate. 
Un focus sul design e la fotografia scandinava e una Wunderkammer con curiosi mobili vittoriani che dialogano con l’occhio ironico del grande fotografo Elliott Erwit affiancano la rassegna.

Mario De Biasi   Sorriso delle 12.20, Milano  1948 (2)Mario De Biasi Sorriso delle 12.20, Milano 1948 (2)
 

Il secondo segmento Beyond Photography/Dialogue, approfondisce il rapporto con l’arte contemporanea, mettendo a confronto la fotografia con una scultura, un’installazione, un quadro.

Tendenze e temi? Diverse le citazioni da tele del Seicento e Ottocento, rivisitate in chiave fotografica; interessanti ricerche architettoniche, con astrazioni geometriche nei lavori, tra gli altri, di Carlo D’Orta, di Lian Stein, di Piero Mollica. Poi le vele nel silenzioso mare pacato o dietro storiche bifore liguri di Carlo Borlenghi. Ecco i bambini dai volti innocenti e gli sguardi privi di incanto nei bianco e nero di Andrea Floris.

Provocazioni gratuite e non, così una donna mussulmana ritratta, con scoperto l’ombelico, all’interno di una Cattedrale cattolica. Non mancano i nudi, femminili naturalmente.

Tom Blachfor   Kaufmann Desert House  Midnight Modern, 2019 (2)Tom Blachfor Kaufmann Desert House Midnight Modern, 2019
 

Ci sono i lavori curiosi di Sandro Miller: in “Malkovich”, grazie alla complicità dell’amico attore,
ecco alcuni ritratti, tra i più riconoscibili della storia della fotografia, interpretati dal 67enne attore americano in uno straordinario trasformismo. Da Dalì a Warhol, da Marilyn Monroe alla modella con le lacrime di Man Ray…
L’autore americano nel progetto “Crowns” mette invece a fuoco la discriminazione nei confronti delle donne afroamericane, cui non sono permesse, sul posto di lavoro, acconciature considerate inappropriate.

Gradevole la presenza del MUSEC del Canton Ticino. Il Museo delle Culture di Lugano, che conserva una delle più grandi collezioni di fotografie all’albumina colorate a mano, con maestria ineguagliata, della cosiddetta Scuola di Yokohama, presenta la mostra “Artificial Japan. Fotografie della Scuola di Yokohama. 1860-1910”. 

Giovanni Gastel   Simonetta FioreGiovanni Gastel Simonetta Fiore
 

La selezione di una trentina di opere provenienti dalla collezione della Fondazione Ada Ceschin e Rosanna Pilone di Zurigo, mostra immagini di un mondo in molti casi ricreato negli studi fotografici del tempo: attraverso scene di vita quotidiana, geishe, praticanti di kendo, lottatori di sumo, attori kabuki, samurai … offrono agli occidentali una visione estetica del Giappone.
In un piccolo stand sono ospitate sette stampe realizzate da Giovanni Gastel in occasione della mancata edizione 2020. Una sorta di ringraziamento al grande fotografo mancato lo scorso marzo.
Una fiera commerciale, certo, cui s’intreccia la ricerca sulla trasversalità dei linguaggi artistici contemporanei.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    mia fairfotografiamostremilano
    in evidenza
    Fine dell'Ue, terremoti, siccità... Nostradamus, le profezie 2022

    Che cosa accadrà il prossimo anno

    Fine dell'Ue, terremoti, siccità...
    Nostradamus, le profezie 2022

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre

    Meteo, inverno sconvolto dalla Niña. Neve in pianura già a dicembre


    casa, immobiliare
    motori
    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia

    Land Rover Discovery Metropolitan Edition, design e tecnologia


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.