A- A+
Culture
Musica, la voce degli innocenti “non avrei mai pensato che…”
Teatro alla Scala (foto: Brescia e Amisano)
Advertisement

Mauro Ivano Benaglia, conosciuto direttore d’orchestra. Tanti i concerti da lui diretti all’estero e nelle più belle basiliche e cattedrali d’Italia, dal Duomo di Milano, alla Basilica di San Marco a Venezia, a Sant’Agnese a Roma e a Santa Croce a Firenze, solo per citarne alcune.

Lui insieme al settore della musica classica, sono bloccati professionalmente da un anno senza che qualcuno si sia ricordato che esistono. E ci sembra giusto, in questa inchiesta di Affari Italiani dare voce a chi è stato dimenticato.

Direttore Benaglia quando è iniziato il suo ‘nightmare’?

“Non avrei mai pensato che il grande concerto diretto a fine febbraio del 2020 nella Cattedrale di St. Patrick a New York potesse essere l’ultimo grande evento in programma. Eravamo un centinaio fra coristi e orchestrali all’aeroporto JFK di rientro dagli USA dove ancora riecheggiavano fra le alte navate le nostre note e gli scroscianti applausi di un successo irripetibile quando ci veniva comunicato da uno speaker che quello sarebbe stato l’ultimo volo per l’Italia a causa dell’aggravarsi della pandemia”.

E quindi appena atterrati cosa vi è successo?

Da quel giorno, rientrati, è stato un susseguirsi di cancellazioni delle manifestazioni in calendario e le ore effettuate per le prove degli appuntamenti più imminenti diventavano lentamente un sogno sempre più lontano. La mia agenda prevedeva circa 20 appuntamenti di spessore internazionale: Carnegie Hall a NY, Musikverein di Vienna, Malta, Palazzo Spencer a Londra, il Duomo di Milano e Cattedrali italiane per un tour concertistico unico e fra i più ambiziosi della mia carriera”.

Aldilà del danno economico anche l’attesa snervante di qualcosa che cambiasse. Come si è adattato alla situazione?

“Mentre l’attesa di una soluzione a breve diventava giorno dopo giorno insopportabile ho cercato, al pari dei più, soluzioni dettate dalla contingente necessità di “mantenere le distanze” dal pubblico, dalla gente, creando opportunità “in streaming” e scoprendo via, via l’inadeguatezza della proposta, la non recepibilità del pubblico e l’inutilità di proporsi ad un pubblico virtuale abituato ad avere un contatto stretto ed affiatato, personale, quasi familiare.Il protrarsi della situazione ha poi sfumato sempre più quelli che erano gli accordi sigillati con una stretta di mano per replicare le manifestazioni più di successo che, al pari di tutte le altre, ormai necessitavano di nuovi intendimenti sostenuti da prudenti protezioni anche quando saranno liberi di essere organizzati”.

Attorno ad un direttore d’orchestra si muove un mondo, e come si è mosso questo mondo?

“Attorno alla vita musicale di un direttore d’orchestra, come è facile immaginare, esiste un giro di professionisti e collaboratori molto eterogeneo e vasto. Basta pensare agli allestitori, ai tecnici, ai fonici, agli artisti del coro e dell’orchestra…..a quella che è la vita di un teatro. A nulla sono valse le proteste di centinaia di musicisti che quotidianamente mi scrivono per cercare un “ingaggio” e i teatri,  le sale da concerto e le chiese sono state chiuse radicalmente senza nessun tentativo “urgente”  di renderle agibili. Considerate quasi peggio di una metropolitana nell’orario di punta o della darsena dei navigli della mia città di Milano”.

E adesso?

“Cosa vuole, adesso mi trovo, direttore d’orchestra, senza un podio, un’orchestra, un pubblico. La lunga e snervante attesa è stata fucina di idee e progetti già pronti per essere realizzati fra cui una tournée in Argentina che,almeno questa, spero di portare a termine entro l’anno. In aggiunta al consueto seminario estivo internazionale di Musica da Camera per la Fondazione Rockefeller. Ora più che mai è importante non mollare, rimanere in qualche modo in contatto con il mio pubblico , anche attraverso i social e testimonianze come questa. Dobbiamo esserci per ripartire, dal vivo, tenacemente. Più di prima”.

Commenti
    Tags:
    musicaconcerti scaladuomoconcertipandemianew york
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    L'ex di Cristiano Ronaldo va in gol Perizoma e... si toglie il reggiseno

    Wanda, Diletta e... le foto delle Vip

    L'ex di Cristiano Ronaldo va in gol
    Perizoma e... si toglie il reggiseno

    i più visti
    in vetrina
    Miss Universo, vince la 69° edizione la messicana Andrea Meza

    Miss Universo, vince la 69° edizione la messicana Andrea Meza


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel svela il nuovo Vivaro-e HYDROGEN

    Opel svela il nuovo Vivaro-e HYDROGEN


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.