A- A+
Culture
Sigmar Polke tra alchimia, politica e gioco: la mostra a Venezia

di Simonetta M. Rodinò

 

Compleanno di un compleanno la mostra “Sigmar Polke”, da domenica a Palazzo Grassi a Venezia: il decennale della riapertura di Palazzo Grassi a opera di François Pinault - il 79enne multimiliardario proprietario di Palazzo Grassi e Punta della Dogana - e il trentesimo anniversario della partecipazione di Polke alla Biennale di Venezia.  Nel 1986 per il Padiglione tedesco l’artista germanico ideò un’installazione intitolata Athanor – il forno nell’alchimia – per la quale ricevette il Leone d’Oro.

 

Non molto conosciuto nel nostro Paese, l’autore eterogeneo, mancato 69enne sei anni fa, era noto per le sue collezioni di libri, riviste e ritagli di giornali con errori tipografici.

 

La retrospettiva - 95 lavori -  inizia presentando per la prima volta nel patio centrale di Palazzo Grassi “Axial Age” (2005-2007), ciclo monumentale di sette dipinti, fra cui un trittico, esposto nel Padiglione centrale della Biennale nel 2007; la rassegna poi si snoda sui due livelli del palazzo secondo un percorso cronologico a ritroso, dalla fine degli anni 2000 all’inizio dei Sessanta.

 

Assi portanti della mostra sono le tematiche alchimia e politica che emergono dai lavori in cui associava pittura figurativa o astratta e installazione, partendo dai colori termosensibili applicati direttamente sui muri di pietra di quarzo e meteorite. A questi due temi si affiancano i cicli che legarono l’artista all’Italia. Così, al primo piano ecco quello dedicato al Circo: sul tessuto sono ingrandite le figure malinconiche del circo. Ma anche una serie di cinque dipinti sulla visione e i suoi ostacoli, sette variazioni madreperlate sui quadrati magici e sui pianeti, “Laterna Magica (1988-1992), composto da sei pannelli - vi sono raffigurati una donna anziana e il suo cane - dipinti sul recto e sul verso in cui il quadro si fa vetrata.

 

Lavori in cui è racchiuso il gusto di Polke per la sperimentazione della materia pittorica nonché il piacere nel giocare con le immagini o manipolandole con la fotocopiatrice, o sovrapponendole come nelle trasparenze di Picabia, o frammentandole grazie all’ingrandimento della trama fotografica.

Una leggerezza e un’ironia che non si trovano però nei dipinti di connotazione storico-politica: da quelli incentrati sulle forze dell’ordine e sulle frontiere - entrambi presenti alla Biennale del 1986 – a quelli sui campi di concentramento e sulle guerre fratricide della ex Jugoslavia.

 

Molte le sue fonti d’ispirazione: dai soggetti tratti dalla storia politica a quelli della storia dell’arte, mentre saccheggiava principi mistico-matematici, così come elementi del mondo quotidiano e dell’intrattenimento popolare, come l’iconografia dei fumetti - in mostra il viso di Eva Kant del noto fumetto italiano Diabolik -.

 

Punta della Dogana presenta poi “Accrochage”, una mostra che raccoglie circa ottanta opere, di trenta artisti internazionali contemporanei, mai esposte da quando sono entrate a far parte della Pinault Collection.

 

Palazzo Grassi - Campo San Samuele 3231, Venezia

Vaporetto: San Samuele (linea 2), Sant’Angelo (linea 1)

17 aprile - 6 novembre 2016

 

Punta della Dogana - Dorsoduro 2, Venezia

Vaporetto: Salute (linea 1)

17 aprile - 20 novembre 2016

Aperti tutti i giorni tranne il martedì; orari: 10-19

Ingressi: intero euro 15 /euro 20 x entrambe; – ridotto euro 10/euro 15 x entrambe

Infoline: 041 2001 057

www.palazzograssi.it

 

Tags:
sigmar polke mostra veneziamostra venezia sigmar polke
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata

Ford: arriva la nuova Fiesta connessa ed elettrificata


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.