A- A+
Economia
Aspi, Benetton: "Trattati peggio di una cameriera. Volevano solo l'esproprio"

Aspi, Benetton: "Trattati peggio di una cameriera. Volevano solo l'esproprio"

Nella notte di ieri il governo ha messo la parola fine sulla vicenda Autostrade. Via i Benetton e dentro Cdp con quotazione in Borsa. A distanza di qualche ora arriva la reazione del patron Luciano Benetton, ancora scosso dalla vicenda. "Volevano l'esproprio fin dal primo momento. Non mi sorprendono - si legge su Repubblica - gli interessati attacchi politici di persone senza qualità. Mi indigna la sistematica opera di demonizzazione del nome della nostra famiglia, promossa dai vertici dello Stato. Mai mi sarei aspettato certi termini e certi toni pubblici dal premier Conte e da alcuni suoi ministri. Ci stanno trattando peggio di una cameriera. Chi caccia una domestica da casa è obbligato a darle quindici giorni di preavviso. A noi, che per mezzo secolo abbiamo contribuito al boom economico dell’Italia, intimano di cedere i nostri beni entro una settimana. Non possiamo accettare di essere trattati come ladri, dopo aver distribuito tanta ricchezza e tanta cultura, non solo economica".

Nessuno, in casa Benetton, nega oggi "i molti errori compiuti, a partire dalla fiducia totale riconosciuta ai manager scelti da Gilberto per permettere alla famiglia di fare solo l’azionista". La "grande prostrazione" deriva però dai "troppi opportunismi" delle ultime ore, dopo che "nessuno aveva più nulla in contrario a scendere in minoranza in Atlantia e in Aspi". Dalla galassia Benetton dipendono oggi 7 mila persone. L’urgenza lasciata da Gilberto è «trovare un partner prima che sia troppo tardi». L’incubo adesso è fare la fine di Stefanel, o dei Marzotto, altre grandi famiglie Venete e altri marchi globali incapaci di sopravvivere a successioni, interessi bancari, crolli azionari e concorrenza delle multinazionali. Per questo Luciano si guarda bene dal chiedere "assoluzioni sommarie" per il ponte Morandi, che definisce "la più grande tragedia della mia vita".

Loading...
Commenti
    Tags:
    aspiatlantiabenettonautostradegovernogiuseppe conterevoca autostradeponte morandi
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Tania Cagnotto di nuovo incinta, niente Tokyo e carriera finita

    Sport

    Tania Cagnotto di nuovo incinta, niente Tokyo e carriera finita


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Renault: look rinnovato e versione ibrida per la nuova Mégane

    Renault: look rinnovato e versione ibrida per la nuova Mégane

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.