A- A+
Economia
Banche statunitensi nel panico: chiesti alla Fed 117 mld al giorno

Usa, 117 miliardi chiesti dalle banche alla Fed 

Ben 117 miliardi di dollari al giorno è la cifra “monstre” che le banche americane hanno chiesto alla Federal Reserve per far fronte al panico dei correntisti scatenatosi dopo i fallimenti di Silicon Valley Bank e Signature Bank. La cifra è di tre volte superiore a quella della pandemia e abbatte il record di 112 miliardi della crisi del 2008.

La cifra massima però è del mercoledì 15 della scorsa settimana, quasi 153 miliardi di dollari con una media però di 85 miliardi giornalieri. La linea di credito, eccezionale, messa in campo dalla Fed con l’ok del Governo di Joe Biden ha alleggerito i criteri di flessibilità per dare il via libera alle richieste degli istituti. Il nuovo meccanismo denominato Term Bank Financing Program (BTFP) permette prestiti fino ad un massimo di 12 mesi  garantiti da titoli di Stato. 

Titoli che però sono valutati come collaterale al loro valore nominale pieno e non al valore di mercato, inferiore dopo il trend rialzista dei tassi. La perdita nel portafoglio è stato uno degli aspetti più evidenti che ha causato il crack della banca delle start-up. Questo salvagente governativo sembra essere servito. E' stato utilizzato per un totale di richieste da  35 miliardi giornalieri e , soprattutto, ha calmato i mercati finanziari.

Usa, l'effetto domino anche nel Vecchio Continente

Ma l’effetto domino si è fatto sentire anche nel vecchio Continente con il crack di Credit Suisse e il rapidissimo salvataggio di Ubs e soprattutto con il crollo in Borsa di ieri della supersolida Deutsche Bank. La tormenta sembra non ancora passata e per questo il segretario al Tesoro degli Stati Uniti, Janet Yellen, ha riunito rapidamente il "crisis team" del Financial Stability Oversight Council (FSOC).

Nel team partecipano Jerome Powell presidente della Fed, la Securities and Exchange Commission (SEC); quello del fondo di garanzia dei depositi, della FDIC e di altre autorità. E soprattutto sia Joe Biden che la stessa Yellen hanno ribadito che il sistema finanziario degli Stati Uniti è solido, le banche sono ben capitalizzate e in salute e il Governo pronto a sostenerle fino a che ce ne sarà bisogno. Una dichiarazione analoga è stata fatto da Christine Lagarde numero uno della BCE. E gli occhi sono così puntati sul prossimo lunedì

Iscriviti alla newsletter
Tags:
crackcredit suissefedpowellsilicoin valley bank





in evidenza
Elisabetta Gregoraci: "Vidi Briatore per la prima volta in un harem di donne..."

Rivelazione a Diletta

Elisabetta Gregoraci: "Vidi Briatore per la prima volta in un harem di donne..."


motori
Lancia protagonista a Umbria Jazz 2024 con la Nuova Ypsilon

Lancia protagonista a Umbria Jazz 2024 con la Nuova Ypsilon

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.