A- A+
Economia
Bper, Montani nuovo Ceo per l'M&A. Rumors: Cimbri accelera con il Banco
(fonte Lapresse)

Dopo Pietro Ferrari, il presidente, anche il Ceo Alessandro Vandelli è in uscita da Bper. Gruppo di cui aveva assunto la guida nell’aprile del 2014. Dopo l’incontro con il plenipotenziario di Piazza Meda Giuseppe Castagna, Carlo Cimbri fa la prima mossa concreta sul risiko bancario che da Modena ora sembra sterzare con decisione verso la Madonnina.

Alessandro Vandelli AD BPER Banca
Il Ceo di Bper Alessandro Vandelli

A sorpresa infatti la compagnia di Via Stalingrado, prima azionista in Bper con il 18,9%, ha annunciato che presenterà una lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione in scadenza con l'assemblea del prossimo 21 aprile che "non conterrà alcun esponente” dell'attuale board. Lista, di "al massimo" sette candidati in totale discontinuità che includerà il nome di Piero Luigi Montani, banchiere di lunga esperienza, già amministratore delegato di Antonveneta, Bpm e Carige. Banchiere che, essendo Cimbri il dominus nell’azionariato del gruppo modenese, andrà a raccogliere l’eredità del 62enne Vandelli e a cui toccherà traghettare Bper,  digerita l’operazione sportelli ex Ubi, nella grande fase del consolidamento bancario.

LP 9257549

Il Ceo del Banco Bpm Giuseppe Castagna

A questo punto, dopo il faccia a faccia con Castagna messo probabilmente al corrente da Cimbri degli imminenti cambiamenti nella governance di Bper, la rimozione di Vandelli (i cui desiderata, si vociferava, portassero invece più verso la Popolare di Sondrio per quanto riguarda l'M&A) proietta il gruppo modenese verso la creazione del terzo polo bancario (300 miliardi di attivi) con il Banco Bpm, public company con l’esigenza di accelerare verso una fusione per non finire preda, al netto del golden power di Chigi, di appetiti stranieri (come sta accadendo per il Creval sotto Opa dei francesi dell’Agricole) o di UniCredit dove in meno di un mese s’insedierà un Andrea Orcel desideroso di riportare il gruppo ai livelli del competitor Intesa-Sanpaolo. Campione nazionale che ormai capitalizza più del doppio di Piazza Gae Aulenti (45 miliardi circa contro 21).

A inizio mese, la quadra trovata fra Castagna (che a questo punto si candiderebbe a restare in sella come Ceo, essendo alla guida della banca più grande delle due destinate al merger) e Cattolica Assicurazioni sulla finestra di uscita del Banco dall’alleanza con la compagnia veronese dal 1° gennaio 2023 agevolerebbe ulteriormente una fusione con Modena: il primo socio e partner industriale Unipol avrebbe infatti interesse alla distribuzione delle polizze nella rete del gruppo di Piazza Meda. Assieme al fatto che Montani già conosce Bpm, è un secondo indizio che chiude il cerchio del risiko Milano-Modena.

@andreadeugeni

Commenti
    Tags:
    bperalessandro vandellicarlo cimbriunipolgiuseppe castagnabanco bpmfusine banco bpm bpercda bperpiero montani
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Miriam Leone, doccia bollente L'attrice si leva i vestiti. Foto

    Tatangelo, Belen... Gallery vip

    Miriam Leone, doccia bollente
    L'attrice si leva i vestiti. Foto


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!

    Arrivano le nuove Alpine A110 Trackside!

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.