A- A+
Economia
"Caro affitti? Non diventi un talk show: dalla politica serve responsabilità"
Studenti protestano contro il caro affitti

Caro affitti, continuano le proteste. Pisani (Consiglio Nazionale giovani): "L'Italia guardi ai modelli vincenti europei" 

Continuano le proteste studentesche per il caro affitti nelle principali città italiane. Una questione, quella dell’emergenza abitativa, che non è nuova, ma si ripropone ora che l’inflazione è schizzata alle stelle. Il dibattito sul diritto allo studio torna ad infuocare la cronaca e i comunicati di tutti gli stakeholders che portano avanti rimostranze e che chiedono a gran voce di essere ascoltati e di fare qualcosa, oggi, non tra qualche anno.

Perchè siamo uno dei Paesi europei in cui il diritto allo studio viene garantito meno dal punto di vista degli investimenti pubblici. Perchè abbiamo un tasso di laureati che è un fanalino di coda nelle classifiche Ue. Tuttavia, è importante ribadire che “il fenomeno non investe solo i giovani studenti, ma anche i giovani lavoratori” dichiara Maria Cristina Pisani, presidente del Consiglio nazionale dei giovani (Cng).

Il parere informato dei fatti, amplia ulteriormente i fattori su cui è bene porre il focus nel dialogo con la politica e le istituzioni. Non è un caso che l’Italia detenga il primato di maggior numero di Neet (giovani che non studiano e non lavorano ndr). L’intervista di Affaritaliani.

Maria Cristina Pisani -Consiglio Nazionale GiovaniMaria Cristina Pisani -Consiglio Nazionale GiovaniGuarda la gallery

Cosa pensa delle proteste in corso per puntare i riflettori sul caro affitti, come si possono conciliare il diritto allo studio e il diritto alla casa?

Noi siamo un organo consultivo, dunque non facciamo parte del movimento ma rappresentiamo i giovani italiani e come tale, abbiamo avviato l’interlocuzione con i rappresentanti delle organizzazioni universitarie. Grazie a questo brain storming, stiamo formulando la proposta più inclusiva possibile da sottoporre al governo, grazie all’inermediazione del Ministro Abodi che si è rivelata da subito aperto e disponibile.

Quali sono i problemi da contrastare nelle opportune sedi istituzionali?

Partendo dal tema attualissimo della scarsità di alloggi per gli studenti, la questione più ampia è a monte e riguarda l’incremento del canone dei cntratti di locazione privati. A corredo di questo, è necessario intervenire sul Fondo integrativo statale per le borse di studio che, sebbene sia stato aumentato nell’ultima legge di bilancio, continua ad essere esiguo rispetto al numero dei beneficiari, o detta in parole povere, non consente di “coprire” tute le persone in possesso dei requisiti formali per accedervi. Il canone affitti a svantaggio dei conducenti però non è appannaggio esclusivo dei giovani studenti ma anche dei giovani lavoratori e ovviamente, dei disoccupati.

Caro affitti, la presidente del Consiglio nazionale giovani: “Solo il 12% degli under 35 italiani ha un salario annuale oltre i 24mila euro”

Iscriviti alla newsletter
Tags:
caro affitticonsiglio nazionale giovanidiritto allo studioemergenza abitativainflazioneneetoccupazione giovanilepnrrproteste studenti





in evidenza
Affari in rete

Guarda la gallery

Affari in rete


motori
Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Alpine Endurance Team alla 24 Ore di Le Mans: test day cruciale

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.