A- A+
Economia
Del Vecchio vuole lo IEO. Sul tavolo 500 milioni. Ma Mediobanca nicchia
Leonardo Del Vecchio (Lapresse)

Il presidente di Essilux vuole sfilare a Mediobanca lo I'istuto fondato da Cuccia e Veronesi

Ciclone Leonardo del Vecchio. Non basta la scalata alle Assicurazioni Generali, alleato con Francesco Caltagirone e contro la grande Mediobanca. Ora, l’ultraottuagenario proprietario di Luxottica vuole sfilare a Mediobanca il famoso IEO, l’Istituto europeo di oncologia fondato a Milano nel 1994 dal grande vecchio della finanza Enrico Cuccia e dal famoso cancerologo viveur Umberto Veronesi.

E per portare a casa la prestigiosa casa di cura e ricerca Del Vecchio ha messo sul tavolo 500 milioni cash. Ma per il momento Mediobanca, che controlla IEO e Monzino (alquanto trascurato) non vuole cedere. Per il momento….anche se Del Vecchio, che dicono voglia metterci al vertice un suo amico silurato da Piazzetta Cuccia, quando si mette in testa una cosa di solito…

Commenti
    Tags:
    alberto nagelieoleonardo del vecchiomediobanca ieo




    
    in evidenza
    Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)

    Affari va in rete

    Il "comizio" di Vittorio Sgarbi a Tricase (Lecce)


    motori
    Lancia torna alla 1000 Miglia con Miki Biasion e l'iconica Aurelia B20 GT

    Lancia torna alla 1000 Miglia con Miki Biasion e l'iconica Aurelia B20 GT

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.