A- A+
Economia
Falck punta forte su Brindisi. Svolta green e 4 mila nuovi posti di lavoro

Falck punta forte su Brindisi. Svolta green e 4 mila nuovi posti di lavoro

Falck Renewables, uno dei principali palyer europei nel settore delle energie rinnovabili, vorrebbe realizzare a Brindisi - si legge sul Quotidiano di Puglia - un doppio investimento. Si tratta della realizzazione di un nuovo impianto eolico offshore con la tecnologia delle torri flottanti più l'installazione, sempre tra Otranto e Brindisi, di un sito produttivo. Inizialmente per la costruzione dei componenti necessari alla realizzazione dell'impianto eolico, ma successivamente il sito potrebbe rimanere attivo per costruire componenti per altri campi, nell'Adriatico e nel resto del Mediterraneo.

"Ci hanno prospettato - spiega il sindaco di Brindisi Riccardo Rossi al Quotidiano di Puglia - l'intenzione di creare così 1500 addetti nei 5 anni di lavoro necessari, con punte fino a 4 mila. Ma vorrebbero utilizzare lo stabilimento produttivo anche per realizzare altri componenti, e così si aprirebbero ulteriori nuove opportunità".

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    falckbrindisieolicoenergie rinnovabilifalck brindisi eolicobrindisi eolico posti di lavoro
    i più visti
    in evidenza
    Hunziker-Trussardi: è finita “Dopo 10 anni ci separiamo”

    Spettacoli

    Hunziker-Trussardi: è finita
    “Dopo 10 anni ci separiamo”


    casa, immobiliare
    motori
    Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba

    Citroën AMI ha ispirato la creatività dello stilista italiano Massimo Alba

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.