A- A+
Economia
Mercati, forte rischio volatilità. La tegola della guerra e dell'inflazione
Mercati finanziari

Mercati, la tegola della guerra e dell'inflazione scuote gli animi degli investitori. Rischio volatilità

Nel secondo semestre la politica monetaria delle banche centrali continuerà probabilmente a divergere, creando volatilità ma anche opportunità;

I tassi d’interesse non scenderanno così rapidamente come auspicato da alcuni, ma riteniamo che le azioni possano registrare nuovi rialzi e il mercato ampliarsi ulteriormente, sulla scorta della resilienza dell'economia globale; Gli investitori dovranno monitorare attentamente i rischi geopolitici e i deficit di bilancio in forte crescita.

LEGGI ANCHE: S&P, la voce dei mercati fa tremare Parigi: dopo il voto incertezza sui rating

Solitamente quando le banche centrali agiscono all’unisono offrono supporto ai mercati e la volatilità tende a diminuire. Al contrario, guardando alla situazione attuale, l'eventuale divergenza nelle tempistiche o nell’entità dei tagli dei tassi potrebbe causare un lieve incremento della volatilità. I tassi d'interesse scenderanno, ma meno rapidamente di quanto previsto da alcuni operatori. Tuttavia, riteniamo che la resilienza dell'economia globale sosterrà le azioni; pertanto dovremmo osservare ulteriori rialzi da qui a fine anno.

Storicamente le riduzioni dei tassi d'interesse favoriscono le small cap ed esaminando i fattori che hanno trainato i mercati negli ultimi 18 mesi circa, possiamo notare come diverse società a grande capitalizzazione, le così dette mega cap, abbiamo sovraperformato. A nostro avviso è probabile che nei prossimi mesi del 2024 e nel corso del 2025 assisteremo ad un progressivo ampliamento del mercato.

In generale, ci aspettiamo che nei prossimi anni l'inflazione viaggi a livelli superiori a quelli del primo ventennio di questo secolo, durante i quali è rimasta generalmente al di sotto del 2%. In particolare, pur escludendo un ritorno a livelli superiori al 6-7%, riteniamo difficile un discesa ulteriore dall’attuale tasso del 3-4% negli Stati Uniti verso il 2%.

Guardando poi ai principali rischi a livello macro, i fattori geopolitici restano ad oggi una fonte di preoccupazione: i conflitti in Ucraina e in Medio Oriente potrebbero infatti destabilizzare i mercati e incrementarne la volatilità. Nel complesso, il quadro geopolitico continuerà sicuramente a rappresentare un rischio da attenzionare con cura nel prossimo futuro. Un altro fattore problematico da considerare sono i disavanzi di bilancio dei vari paesi.

Al momento, in Europa i deficit statali si aggirano intorno al 4%, mentre negli Stati Uniti intorno al 5-6%. Con tassi d'interesse prossimi allo zero, i costi di mantenimento del debito non sono necessariamente molto alti, mentre con tassi intorno al 5%, quest’ultimi aumentano notevolmente. È quindi necessario che nel tempo i deficit pubblici comincino a ridursi, per quanto dal punto di vista politico sia molto più facile incrementare la spesa, ridurre le imposte e far salire il disavanzo, piuttosto che fare il contrario.

Questo rappresenta di per sé un rischio, poiché in molti paesi europei il rapporto deficit complessivo/PIL è pari all'incirca al 100% (in Germania è leggermente inferiore), e lo stesso vale per gli Stati Uniti, determinando la presenza di flussi finanziari destinati al mantenimento di tale debito piuttosto elevati. C'è un infine un altro aspetto da sottolineare: abbiamo visto l'inflazione scendere da livelli prossimi all'8% fino a raggiungere il 2%, 3% e 4%.

Un eventuale nuova impennata dell'inflazione dovuta a sviluppi geopolitici o di altra natura, unita alla minaccia di tassi d'interesse in aumento invece che in calo, rappresenterebbe uno shock per i mercati, che reagirebbero negativamente. Pertanto, riassumendo, i tre rischi chiave che vediamo oggi a livello macroeconomico sono rappresentati dal quadro geopolitico, dai deficit fiscali degli Stati e da un eventuale nuovo aumento dell'inflazione.

*Global Chief Investment Officer di Columbia Threadneedle Investments






in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


motori
MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

MG celebra 100 anni di storia al Goodwood Festival of Speed

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.