Per segnalazioni: corporate@affaritaliani.it
A- A+
Corporate - Il giornale delle imprese
Intesa Sanpaolo: l'Italia e la riforma della governance europea

Intesa Sanpaolo apre il dibattito sul nuovo disegno per la riforma della governance economica dell’Unione Europea

La Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo, guidata dal Chief Mauro Micillo, ha organizzato oggi a Milano l’evento dal titolo “L’Italia e la riforma della governance europea”, che ha visto la partecipazione di rappresentanti del governo italiano, delle istituzioni europee e del mondo accademico. Al centro della conferenza la Comunicazione per la riforma economica dell’Unione Europea presentata dalla Commissione Europea nel novembre 2022, insieme a temi d'interesse comune che riguardano la realizzazione dei piani di rilancio europei e le relative implicazioni per la crescita sostenibile dell’economia del nostro Paese.

I lavori sono stati aperti da Jacques Moscianese, Responsabile della Direzione Centrale Institutional Affairs di Intesa Sanpaolo, e dal keynote speech di Marco Buti, Capo di Gabinetto del Commissario per l’Economia Paolo Gentiloni, per poi concludersi con l’intervento di Giancarlo Giorgetti, Ministro dell’Economia e delle Finanze. La Comunicazione della Commissione Europea propone la modifica di alcuni aspetti dell’attuale quadro regolamentare, con l'obiettivo di aiutare gli Stati membri ad affrontare con successo le future sfide economiche e sociali. Attualmente, è in corso un'importante discussione tra gli Stati membri per raggiungere un accordo politico che faccia da guida per la vera e propria proposta legislativa, che la Commissione Europea presenterà nelle prossime settimane.

Nella tavola rotonda “Le regole del gioco: perché e come cambiare le regole fiscali”, moderata da Gregorio De Felice, Chief Economist di Intesa Sanpaolo, i partecipanti si sono confrontati proprio su questi importanti temi. Il pubblico della Conferenza ha potuto ascoltare le parole di Cinzia Alcidi, Director of Research, Head of the Economic Policy and Jobs & Skills Unit at CEPS; Carlo Altomonte, Docente di Politica Economica Europea Università Bocconi di Milano; Massimo Bordignon, Docente Università Cattolica di Milano e membro dell’European Fiscal Board e Veronica De Romanis, Docente di European Economics, Luiss Guido Carli e Stanford University.

Successivamente, l'attenzione si è spostata su un tema altrettanto importante. Come riportato da Jacques Moscianese, Responsabile della Direzione Centrale Institutional Affairs di Intesa Sanpaolo: "Le linee guida della Commissione dimostrano ancora una volta come gli obiettivi ESG non siano stati messi in dubbio né durante la pandemia né, tantomeno, durante la crisi causata dalla guerra in Ucraina". Gli obiettivi di sostenibilità si confermano ancora una volta come temi centrali delle politiche dei governi, nei piani di rilancio e nelle scelte strategiche delle imprese.

In tale contesto, il Gruppo Intesa Sanpaolo e la Divisione IMI CIB continueranno a supportare aziende, enti e istituzioni favorendo la collaborazione tra pubblico e privato. "La sostenibilità è una tematica centrale e trasversale e occupa uno dei pilastri del Piano d'Impresa 2022-2025 di Intesa Sanpaolo, che continuerà a dedicare grande attenzione nel supportare la transizione sostenibile della propria clientela", ha dichiarato Jacques Moscianese. "Grazie alla Direzione Institutional Affairs, Intesa Sanpaolo possiede un osservatorio privilegiato a Bruxelles, da dove segue, tra le varie tematiche d’interesse, molteplici tavoli europei legati alla crescita sostenibile e alla finanziabilità degli investimenti".

Il commento di Jacques Moscianese, Responsabile della Direzione Centrale Institutional Affairs di Intesa Sanpaolo

 

La Comunicazione della Commissione Europea propone la modifica di alcuni aspetti dell’attuale quadro regolamentare. Secondo Jacques Moscianese, Responsabile della Direzione Centrale Institutional Affairs di Intesa Sanpaolo: "Ci sono due aspetti fondamentali che vale la pena approfondire. Il primo è quello che riguarda l'armonizzazione delle regole fiscali, sia per i redditi da lavoro che per i redditi d’intesa. Il secondo aspetto fondamentale è legato alla possibilità di passare da un sistema di votazione che oggi prevede l’unanimità ad un sistema di votazione a maggioranza qualificata. L'insieme di questi due cambiamenti porterebbero l’Europa, e quindi i singoli Stati membri, a crescere ulteriormente".

Moscianese si è espresso anche in riferimento ai tassi di interesse e al loro impatto sull'economia italiana. "L’armonizzazione della politica fiscale a livello UE porterà dei grandi vantaggi, che con ogni probabilità consentiranno alle nostre imprese, e alle banche naturalmente, di avere un impatto minore sulla mutazione ed evoluzione dei tassi di interesse, che in questo momento stanno penalizzando molto l’economia".

Importante citare anche il ruolo di Intesa Sanpaolo nella percorso di avvicinamento alla transizione energetica. "Ci sono novità sul fronte ESG", ha commentato Jacques Moscianese. "Sicuramente, le autorità di vigilanza europee richiedono sempre di più alle imprese e alle banche sotto questo punto di vista. Come Intesa Sanpaolo, stiamo lavorando molto per essere assolutamente in linea con gli obiettivi, considerando anche che il tema del ESG è un elemento in cui crediamo moltissimo".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
intesa sanpaolo 2023intesa sanpaolo mauro micillointesa sanpaolo riforma governance europeaintesa sanpaolo ue




Gli Scatti d’Affari

Giorno della Verità, a Milano si accende il dibattito sul futuro dell'Italia

Gli Scatti d’Affari

Gallerie D'Italia - Milano, apre al pubblico la mostra "Felice Carena"

Gli Scatti d’Affari

ANBI, conclusa la quinta edizione del concorso fotografico 'Obiettivo Acqua'

Gli Scatti d’Affari

Intesa Sanpaolo lancia SPAZIOXNOI, un luogo di socialità per gli over 65

Gli Scatti d’Affari

EALA è il primo hotel sul Lago di Garda ad aggiudicarsi 2 Chiavi MICHELIN

Gli Scatti d’Affari

Open Fiber: annunciato il completamento del Piano BUL in Molise

Gli Scatti d’Affari

Futuro Direzione Nord: presentata la 22esima edizione ‘Road To Europe’

Gli Scatti d’Affari

Agici e Accenture: presentato il 24° Workshop dell'Osservatorio Utilities

Gli Scatti d’Affari

Axpo Italia presenta il nuovo Profilo di Sostenibilità

Gli Scatti d’Affari

SEA, Milano Linate diventa un aeroporto Full Biometric

Guarda gli altri Scatti

in evidenza
"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"

De Filippi furiosa in tv

"Tu che che cazzo vuoi? Non alzare la voce"


motori
Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Bentley svela la nuova Continental GT Ibrida da 782 CV

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.