A- A+
Economia
Ricetta elettronica, ora è definitiva. Schillaci: "Lavoro e vita più semplici"

La ricetta elettronica diventa permanente. Il ministro Schillaci: "Semplifichiamo il lavoro dei medici"

Ora è ufficiale: la ricetta elettronica è diventata definitiva. È solo una, questa, delle misure per la salute contenute nel Dl Semplificazioni approvato dal Consiglio dei Ministri. Ma di estrema importanza, come ha sottolineato il ministro della Salute Orazio Schillaci: "Abbiamo reso strutturale la ricetta elettronica, sia quella rossa che quella bianca, molto apprezzata da cittadini e medici. Abbiamo ritenuto che fosse giusto porre fine alla sperimentazione e alle proroghe per semplificare il lavoro dei medici di famiglia e la vita dei cittadini che non dovranno recarsi negli studi medici ma potranno ricevere la ricetta tramite mail o altri canali sul proprio cellulare".

LEGGI ANCHE: Ricette mediche via sms, mail e WhatsApp; la proroga fino a fine 2024

Iscriviti alla newsletter
Tags:
definitivadlelettronicaricettaschillaci





in evidenza
Ferragni, macché storia con Tony Effe. La nuova fiamma? Un ortopedico che...

Gossip

Ferragni, macché storia con Tony Effe. La nuova fiamma? Un ortopedico che...


motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.