A- A+
Spettacoli
Carlo Conti: "Che finale a Tali e Quali! Sanremo 2023 di Amadeus? Sarà un Festival fortissimo"
(foto Lapresse)

Carlo Conti e Tali e Quali, ascolti tv oltre il muro del 20%

Tali e Quali vola verso il quinto atto, ossia il gran finale di sabato 4 febbraio in onda su Rai1: partito a 3,2 milioni e il 18.9%, lo show guidato da Carlo Conti da tre puntate tiene incollati davanti alla tv 3,5 mln di spettatori, portando la rete ammiraglia di Viale Mazzini oltre la soglia del 20% di share (al 20.5%). La versione di ‘Tale e Quale Show’ formato nip convince spettatori e critica. Ospiti fissi, Francesco Paolantoni e Gabriele Cirilli che, per la finalissima, se la vedranno con le imperdibili imitazioni di Cristiano Malgioglio e Cristina D'Avena.

Dalla finale di Tali e Quali, ai momenti più divertenti del programma, passando per i prossimi impegni in tv e il suo in bocca al lupo ad Amadeus in vista di Sanremo 2023, ecco l'intervista a Carlo Conti.

Carlo Conti, Tali e Quali ma non solo... l'intervista ad Affaritaliani.it

Carlo Conti "re degli ascolti tv". Ci racconti gli ingredienti della tua ricetta segreta?
Non ci sono segreti, non c’è una ricetta altrimenti sarebbe semplice, basterebbe mettere insieme degli ingredienti, shakerare, e ne uscirebbe un cocktail perfetto per la trasmissione che fa ascolti. Non è così. Dietro c’è un lavoro di squadra costante per intercettare il più possibile, in questo marasma di reti e di proposte che ogni sera ci sono, il gusto del maggior numero di spettatori. Cercare, come spesso dico io, almeno nelle mie trasmissioni, di raccogliere un po’ tutti i componenti della famiglia e fare un varietà e un intrattenimento leggero che possa interessare il maggior numero di persone. Solo in questo modo si riesce ad aumentare lo share e gli spettatori.
Quello che stiamo tentando di fare, ad esempio, al di là della forza del format, in questo caso ‘Tale e Quale’ e le sue declinazioni come, appunto, ‘Tali e Quali’ è scegliere la leggerezza, il divertimento, la musica cioè cercare qualcosa di immediatamente leggibile da tutti, come le imitazioni. Però, è sempre più difficile perché noi, ormai, siamo passati da un palinsesto che seguivamo passivamente ad un palinsesto che ogni sera possiamo personalizzarci e ogni sera ciascuno può scegliere ciò che vuol vedere in televisione.

Tali e Quali 2023 arriva al gran finale: ci anticipi qualcosa della puntata che chiuderà la stagione?
Sarà una puntata che io per primo vivrò con grande interesse perché sono veramente curioso di capire chi potrà vincere perché arrivano i finalisti, i primi due di ogni puntata e il miglior terzo classificato e sono tutti bravissimi, tutte eccellenze, sono davvero ‘tali e quali’ agli originali.
Sono così curioso di sapere chi vincerà che sto cercando di ingegnarmi a trovare un meccanismo diverso nella votazione, proprio per renderla anche più precisa. Intanto, alla giuria stabile (con Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Cristiano Malgioglio) si aggiungeranno due imitatori di classe come Ubaldo Pantani e Gabriella Germani, due esperti imitatori. Non si camufferanno ma saranno proprio loro ad esprimersi nel merito, poi, per aggiungere un altro elemento, la giuria dovrà assegnare un voto in più basandosi esclusivamente sulla voce, sarà un voto aggiuntivo alla normale classifica. Queste novità proprio perché sono curioso di tirar fuori la classifica perfetta, quella migliore possibile perché sono veramente tutti bravissimi. Uno più bravo dell’altro.

Qual è stato il momento più divertente e quello che ti ha emozionato di più in questa edizione di Tali e Quali 2023?
I momenti divertenti sono tutti quelli di Cirilli e Paolantoni, loro sono i fuoriclasse della comicità. Abbiamo trovato per loro una chiave molto divertente. E li ritroveremo anche in due nuovi appuntamenti con ‘Tale e Quale a Sanremo’ dove ritorneranno ad esibirsi i vip, dalla Marini alla Parietti a Scanu e tanti altri e canteremo solo canzoni legate al festival quindi, insomma, un ulteriore spin off al marchio vincente di Tale e Quale Show. Beh, sai i bei ricordi sono legati ad esempio agli omaggi dei grandi cantanti che non ci sono più. Cerchiamo di farlo sempre con grande rispetto. Penso a Califano, Mino Reitano, Ivan Graziani…

Carlo Conti Tali e Quali finaleCarlo Conti
 

Se dovessi montare un backstage di questa stagione del programma di Rai1 cosa manderesti in onda del dietro le quinte che gli spettatori non hanno visto?
Paolantoni e Cirilli quando si provano i costumi, quando si vestono da donna. Mi mandano anche dei filmati intrasmissibili che sono estremamente divertenti, talvolta ‘orribili’ ma strappano sempre il sorriso (ride…)

Chiuso Tali e Quali il tuo 2023 cosa prevede il menù del tuo 2023 lavorativo?
Cinque puntate di Tali e Quali, due di Tale e Quale a Sanremo e delle serate speciali, serate-evento come, ad esempio, i David di Donatello e stiamo cercando di riportare, a fine stagione, qualche puntata de I Migliori Anni. E’ tanto tempo che è fermo, e potrebbe essere questo l’anno giusto per portalo in onda, è un programma di grande successo al quale sono molto legato.

Carlo Conti e la tua 'sorellina' televisiva Maria De Filippi: un indimenticabile Sanremo alle spalle e tanti duelli anche quest'anno tra Rai1 e Canale 5. Tre cose, doti, qualità, che le ruberesti?
Quando faccio un programma, non lo vivo come una sfida. Questa è più una parola utilizzata giornalisticamente come abbreviazione ma non c’è ‘l’uno contro l’altro’, ognuno fa la propria proposta e la fa nel modo migliore, ancor più quando hai come dirimpettaio una persona che stimi tantissimo. Così come per 15 anni ho avuto come dirimpettai Paolo Bonolis o Gerry Scotti con loro c’è una grande amicizia, grande rispetto professionale, che va al di là del lavoro. Non le viviamo mai come sfide. Figurati con Maria con la quale ho condiviso un palco importante come quello di Sanremo. Quindi non ci penso nemmeno, si manda in onda il nostro rispettivo prodotto e basta.

Se fossi un giocatore della tua Fiorentina del passato e uno del presente chi ti piacerebbe essere?
Più che un giocatore, mi sento un allenatore, come chi è a capo di progetto, colui che deve decidere le strategie di gioco, deve decidere il programma, gli ospiti. A volte sono quasi più allenatore che giocatore, anche in certi programmi, l’ultima cosa che faccio è condurre, in realtà la conduzione è la punta dell’iceberg.

Sta per partire Sanremo, palcoscenico che ben conosci. Sarà il quarto di Amadeus. Lo guarderai? Cosa vuoi dirgli alla vigilia di questo Festival?
Il solito ‘viva il lupo’, ora si appresta al suo ‘quadriplete’. Sarà un altro festival fortissimo, gli ingredienti ci sono tutti, la musica c’è. Ormai il Festival è diventato quel grandissimo evento che tutti seguiamo. Il mio slogan a Sanremo era ‘Tutti cantano Sanremo’ perché il Festival è seguito davvero da tutti anche da quelli che dicono di non guardarlo, perchè catalizza l’attenzione del nostro Paese e Ama lo fa benissimo, lo ha dimostrato in questi anni e continuerà a farlo con grandi idee. Tutti e due veniamo dalla radio e, quindi, nella nostra direzione artistica e nella scelta delle canzoni etc c’è molto del nostro essere radiofonici.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
amadeuscarlo contisanremo 2023tali e quali





in evidenza
Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"

L'intervento del direttore di Affari

Impennate in moto e nozze con l'assassino, Perrino a Ore 14: "Siamo nella società dello spettacolo"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Mercedes-Benz arriva la gamma Van con innovazioni Hi-Tech

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.