A- A+
Spettacoli
"Ero in guerra ma non lo sapevo", il film dal libro di Torregiani. Intervista

"Ero in guerra ma non lo sapevo", il film tratto dal libro di Alberto Torregiani prodotto da Barbareschi. L'intervista all'autore e all'editore

Il padre, gioielliere milanese, vittima di un agguato davanti al suo negozio

Tra gli interpreti Francesco Montanari e Laura Chiatti

Correvano gli anni di piombo…

 

Il 16 febbraio 1979, Pier Luigi Torregiani (Melzo, 21 novembre 1936), titolare di una gioielleria sita nella periferia nord di Milano (già nel mirino dei gruppi estremisti e di parte della stampa perché ritenuto colpevole di essersi difeso durante una rapina in un ristorante ove perì uno dei malviventi), venne freddato da un commando appartenente alla sigla “PAC” (Proletari Armati per il Comunismo) composto da Giuseppe Memeo, Gabriele Grimaldi e Sebastiano Masala.

Cesare Battisti fu poi condannato per concorso morale in qualità di co-ideatore e co-organizzatore di questo e di altri agguati. Il Torregiani (definito da alcuni giornali “il giustiziere” o “lo sceriffo”) fu dapprima colpito dal Memeo per poi essere brutalmente finito con un colpo alla testa dal Grimaldi. A nulla valse il tentativo di estrarre la sua arma per proteggere sé stesso e parte della sua famiglia, tant’è che nel conflitto a fuoco rimase ferito anche il figlio Alberto (allora quindicenne e presente sul luogo) alla colonna vertebrale, rendendolo paraplegico a vita.

Ed è proprio Alberto che nell’ottobre del 2006 ha deciso di raccontare l’intera storia (molto seguita dai media all’epoca dei fatti) tramite un libro autobiografico dal titolo “Ero in guerra ma non lo sapevo”, edito dalla A.Car di Lainate. Da questa sua pubblicazione è stato ispirato l’omonimo film nelle sale il 24, 25 e 26 gennaio 2022, prodotto da Luca Barbareschi, sceneggiato da Mauro Caporiccio, per la regia di Fabio Resinaro e interpretato dai bravissimi Francesco Montanari (nel ruolo proprio di Pier Luigi) e Laura Chiatti in quello della moglie Elena.

Simultaneamente al lungometraggio, che già sta riscuotendo pareri favorevoli dalla critica e da chi ha avuto l’opportunità di vederlo, esce anche la nuova ristampa di quelle che sono considerate le “memorie” di Alberto Torregiani il quale - unitamente all’editore, il meneghino Amos Cartabia – si è oggi reso disponibile sia a parlarci della recente trasposizione cinematografica sia a rammemorarci dettagli, aneddoti e verità concernenti proprio quel periodo storico che fu di altissima tensione per tutti.            

Alberto Torregiani, il suo libro autobiografico edito dalla A.Car di Lainate è ora un film. Come nasce l’idea della pubblicazione e perché questo titolo?

Il libro nasce dalla volontà di mettere a posto la verità, di fare chiarezza sull’intera vicenda troppe volte alterata dai media, specie nella persona di C. Battisti, quasi sempre annoverato come l’autore materiale dell’omicidio, cosa non vera. Poi, proseguire col raccontare il mio percorso per riprendermi la vita e infine spiegare o cercarlo di fare, a dove porta l’odio, qualsiasi forma l’odio abbia. Il titolo rappresenta la nostra posizione, mia e di mio padre; trovarsi dentro una guerra senza saperlo, senza volerlo.

(segue)

Iscriviti alla newsletter
Tags:
alberto torregianiero in guerra ma non lo sapevoil film





in evidenza
La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024

Guarda le foto

La scollatura a V di Elodie incanta il Festival di Cannes 2024


in vetrina
La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO

La voce di Robert De Niro nello spot elettorale di Biden: "Trump è un dittatore, vuole vendetta". VIDEO


motori
Alfa Romeo 33 Stradale si aggiudica il Design Concept Award al villa D'Este

Alfa Romeo 33 Stradale si aggiudica il Design Concept Award al villa D'Este

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.