A- A+
Serie TV
Bridgerton: La Regina Carlotta
Regina Carlotta

Dopo l’enorme successo delle prime due stagioni della serie televisiva Bridgerton, e in attesa della terza, è arrivato su Netflix lo spin-off intitolato La regina Carlotta: Una storia di Bridgerton. La mini-serie televisiva statunitense, creata da Shonda Rhimes, che ne è anche produttrice esecutiva insieme a Betsy Beers, Anna O'Malley e Tom Verica, si ispira alle vere vicende storiche che hanno interessato Carlotta di Meclemburgo-Strelitz, regina consorte del re Giorgio III. Una narrazione che si sviluppa circa cinquant’anni prima della serie madre. La Regina Carlotta, che ha debuttato il 4 maggio 2023 su Netflix, dopo la prima settimana dal lancio ha esordito nelle prime posizioni in 86 Paesi, tra cui Stati Uniti e Italia, della classifica redatta da Netflix Global Weekly Top 10 delle dieci serie televisive in lingua inglese più viste sulla piattaforma in sette giorni.

Un grande successo di pubblico, ma anche di critica, dal momento che molti hanno apprezzato lo spin-off, a volte preferendolo addirittura alla serie madre, e aumentando così di fatto le aspettative per la terza stagione di Bridgerton in uscita tra non molto. Vediamo insieme perché la serie La Regina Carlotta è diventata in breve tempo una delle serie più amate degli ultimi tempi.

 

La regina Carlotta: Una storia di Bridgerton | Trailer ufficiale | Netflix

 

Cast e attori principali

 

La serie televisiva La Regina Carlotta riprende e approfondisce un personaggio importante e già presente da adulto in Bridgerton. Parliamo appunto di Carlotta di Meclemburgo-Strelitz, interpretata da Golda Rosheuvel, sia nella serie madre sia nello spin-off nelle scene in cui si mostra già adulta e Regina affermata. Ma le vicende narrate ne La Regina Carlotta partono molti anni prima e mostrano una Carlotta giovane, alle prese con le prime esperienze a corte e i primi doveri di regina e di moglie di un sovrano che si mostra presto fragile e malato. Sono presenti ovviamente molti altri personaggi importanti e non mancano altri collegamenti con la serie madre. Questo l’elenco dei principali protagonisti e attori del cast:

  • La giovane Carlotta di Meclemburgo-Strelitz è interpretata da India Amarteifio, futura Regina e moglie del re Giorgio III d’Inghilterra.

  • Il giovane Giorgio III d'Inghilterra è interpretato da Corey Mylchreest, un uomo che prova amore sincero per la sua promessa sposa Carlotta, ma sa di avere una malattia invalidante.

  • Lady Agatha Danbury, interpretata da giovane da Arsema Thomas e da adulta da Adjoa Andoh (è lei a interpretare il personaggio in Bridgerton), è la prima confidente della regina Carlotta ed è lei a guidarla e sostenerla sin dall’inizio.

  • Brimsley, interpretato da giovane da Sam Clemmett e da adulto (compare anche in Bridgerton) da Hugh Sachs, è il paggetto personale della Regina Carlotta.

  • Reynolds, interpretato da Freddie Dennis, è il paggetto personale di Re Giorgio III.

  • Augusta di Sassonia-Gotha-Altenburg, interpretato da Michelle Fairley, è la principessa che si preoccupa per l’instabilità del Re Giorgio III.

  • Violet Ledger, interpretata nelle scene da giovane da Connie Jenkins-Greig, diventa poi Violet Bridgerton, interpretata da adulta da Ruth Gemmell, la famosa viscontessa presente anche nella serie madre, una donna che instaura un rapporto solido con la regina Carlotta.

 

Tra gli altri personaggi secondari seppur ricorrenti troviamo:

 

  • Adolfo Federico IV di Meclemburgo-Strelitz, interpretato da Tunji Kasim, fratello maggiore di Carlotta e colui che si accorda per il suo matrimonio con Giorgio III.

  • John Monro, interpretato da Guy Henry, è il dottore personale del re Giorgio III e si occupa della sua malattia. Sembra che il dottor Monro sia esistito veramente e, per via dei suoi metodi su pazienti psichiatrici, ottenne anche l’epiteto di “dottore dei pazzi”, ma nessuna fonte storica attesta che abbia davvero curato il re.

  • Lord Herman Danbury, interpretato da Cyril Nri, è il vecchio marito di Lady Agatha Danbury.

  • Coral, interpretata da Peyvand Sadeghian, è la cameriera di corte.

  • Giorgio IV del Regno Unito, interpretato da Ryan Gage, figlio di Carlotta e Giorgio III.

  • Adolfo, duca di Cambridge, interpretato da Joshua Riley.

  • Edoardo Augusto duca di Kent e Strathearn, interpretato da Jack Michael.

  • Guglielmo IV del Regno Unito, interpretato da Seamus Dillane.

  • Sofia di Hannover, interpretata da Eliza Capel.

  • Simon Harcourt, I conte Harcourt, interpretato da Neil Edmond.

  • John Stuart, III conte di Bute, interpretato da Richard Cunningham.

  • Lord Ledger, interpretato da Keir Charles.

 

Guarda la gallery con gli attori

 

La Regina Carlotta

https://www.instagram.com/bridgertonnetflix/

Golda Rosheuvel

https://www.instagram.com/goldarosheuvel/

 

India Amarteifio

https://www.instagram.com/india_amarteifio/

 

Corey Mylchreest

https://www.instagram.com/coreymylchreest/

 

Arsema Thomas

https://www.instagram.com/arsemathomas/

https://www.tiktok.com/@thearsemathomas

Adjoa Andoh

https://www.instagram.com/adjoa.andoh/

 

Sam Clemmett

https://www.instagram.com/sam_clemmett/

 

Freddie Dennis

https://www.instagram.com/freddiedennis/

 

Michelle Fairley

https://www.instagram.com/michellefairley/

 

Connie Jenkins-Greig

https://www.instagram.com/conniejenkinsgreig/

https://www.tiktok.com/@conniejenkinsgreig

 

 

Trama de La Regina Carlotta

 

La serie spin-off di Bridgerton narra dell’amore tra la diciassettenne Carlotta di Meclemburgo-Strelitz e il giovane re Giorgio III. La Regina Carlotta è di fatto un prequel della serie madre e si sviluppa circa cinquant’anni prima, partendo dall’accordo del matrimonio tra i due al vero amore che nasce tra loro, passando per la malattia mentale del giovane re e per i tanti eredi, ben quindici, che Carlotta riuscirà a dare al regno. Il tutto condito da intrighi di corte vari. Alla vicenda di Carlotta e Giorgio si affiancano poi quelle dei paggetti complici e di due giovani donne amiche della regina: Lady Agatha Danbury, grande confidente e “istruttrice” di vita e di matrimonio per Carlotta, e Violet Ledger, cioè la futura viscontessa Bridgerton, madre degli otto figli della serie principale. Molti i salti temporali che mostrano la Regina Carlotta e gli altri personaggi adulti, più consapevoli, più forti, o anche più deboli, come nel caso di re Giorgio, ormai consumato dalla malattia mentale che non pochi problemi gli causerà durante tutto il matrimonio.

Bridgerton aveva già abituato i telespettatori a una società elitaria inglese distopica e ben poco attinente ai fatti storici, con la presenza di diversi personaggi di etnie diverse, particolare storicamente scorretto. Ma quanto c’è di vero nella storia di re Giorgio III e la regina Carlotta in quello che vediamo nella serie spin-off? Diverse fonti storiche descrivono Carlotta di Meclemburgo-Strelitz, nata nel 1744 nell’attuale Germania, come una giovane educata, capace di parlare francese e amante delle arti. Scelta quasi per caso da re Giorgio III, costretto a un matrimonio veloce dalle circostanze, divenne regina consorte a soli diciassette anni ed entrambi furono incoronati a Westminster Abbey nel 1761. Vero risulta essere il loro affetto mostrato nella serie, testimoniato da più fonti che parlano di un matrimonio all’inizio soddisfacente e felice, nonché dai quindici figli e dal fatto che la regina non si sia mai allontanata dal marito nei sessant’anni di matrimonio. Vera è anche la malattia mentale di re Giorgio III, solo oggi riconosciuta come porfiria, una malattia genetica che non gli ha dato scampo e che all’epoca veniva curata con sostanze non idonee, nonché nocive. Nella serie re Giorgio sa di essere malato sin dall’inizio del matrimonio se non prima, mentre sembrerebbe che il primo episodio grave nella realtà sia avvenuto nel 1765, quindi dopo qualche anno di matrimonio. Le condizioni del re sono nella realtà peggiorate e quindi più visibili e non più controllabili solo verso gli anni ottanta del Settecento. Quindi, è vero che i disturbi mentali di re Giorgio III divennero più frequenti e intensi, al punto che i medici dovettero isolarlo affinché non diventasse una minaccia per la regina e per i loro figli.

Molti si chiedono se davvero Carlotta fosse nera nella realtà e la teoria, questa volta, non è del tutto priva di fondamento. Alcuni storici da decenni si confrontano sull’ipotesi secondo cui la regina Carlotta potrebbe aver avuto la pelle scura, data la sua lontana discendenza dall’aristocrazia portoghese, ed essere stata quindi la prima regina nera o quantomeno birazziale. La teoria sarebbe avvalorata dalla presenza di ritratti della regina Carlotta che ne mostrano alcuni tratti somatici tipici delle popolazioni dell’Africa. Gli storici affermano che nei dipinti del tempo la regina è raffigurata con la pelle chiara solo per conformarsi agli ideali di bellezza eurocentrici dell’epoca, nascondendo così la sua vera discendenza. Ma altri storici sono invece convinti che gli antenati dalla pelle scura della regina erano distanti così tante generazioni da non poter influire in questo modo sui suoi tratti somatici né tantomeno sul colore della pelle. Quindi, è molto probabile che l’aspetto della regina Carlotta della serie Netflix sia solo frutto di fantasia, che non si accordi con la realtà storica ma solo con la realtà dell’alta società inglese tipica del mondo di Bridgerton.

 

La dichiarazione STRAPPALACRIME di RE GIORGIO a CARLOTTA | Netflix Italia

 

Vedi anche: Un passo dal Cielo 7: tutto quello che bisogna sapere sulla nuova stagione

 

Chi è India Amarteifio, la regina Carlotta da giovane

La protagonista dello spin-off di Bridgerton è la regina Carlotta, interpretata nelle scene di gioventù dall’attrice britannica India Ria Amarteifio. Nata a Kingston upon Thames il 17 settembre 2001, con origini ghanesi da parte di padre e tedesche da parte di madre, è cresciuta a Twickenham. Esordisce come attrice giovanissima, nel 2011, interpretando Nala in The Lion King al Lyceum Theatre. Nel 2012 entra a far parte della Richmond Academy of Dance, grazie alla quale ottiene la borsa di studio per frequentare la Sylvia Young Theatre School. Appare poi in diversi musical e consolida la sua carriera di attrice teatrale: è Hortensia in Matilda the Musical al Cambridge Theatre; nel 2013 è nel cast originale, nel ruolo alternato di Violet Beauregarde, di Charlie and the Chocolate Factory al Theatre Royal Drury Lane. Debutta sempre nel 2013 sul piccolo schermo grazie al film della BBC One Gangsta Granny, iniziando anche la sua carriera da attrice televisiva. Nel 2015, appare nella miniserie The Interceptor, recita nel primo episodio di Doctor Who 9 e ottiene il ruolo di Lacie Fairburn, che mantiene fino al 2017, nella serie di Disney Channel Le cronache di Evermoor. Ottiene anche altri ruoli: è Sophie, la figlia di Roz Huntley, nella serie Line of Duty ed è Maya Roebuck nel crime drama The Tunnel.

Nel 2019 arriva il suo esordio cinematografico nella commedia-drammatica La sfida delle mogli, di Peter Cattaneo. Nel 2022 torna al piccolo schermo con il ruolo di Nora Randall nella serie di fantascienza Il villaggio dei dannati. Nello stesso anno arriva la vera svolta lavorativa, quella che le dona la fama attuale: viene scelta per interpretare la giovane Carlotta, il personaggio principale dello spin-off di Bridgerton. India Ria Amarteifio è la versione giovane del personaggio interpretato da Golda Rosheuvel da adulta in La regina Carlotta: Una storia di Bridgerton, mini-serie di Netflix.

India Ria Amarteifio ha un profilo Instagram da più di un milione di follower ma è molto riservata sulla sua vita privata e non lascia trapelare nessuna informazione della sua vita sentimentale.

Non è in dubbio invece la complicità e la chimica con il suo compagno di avventure sul set Corey Mylchreest che interpreta re Giorgio III. Una chimica riservata però al solo lato lavorativo.

 

Chi è Golda Rosheuvel, la regina Carlotta

 

Ad interpretare l’impaziente regina Carlotta già nella serie madre, ma anche nelle scene flashforward dello spin-off, è Golda Rosheuvel. Classe 1970, l’attrice naturalizzata britannica ha origini guyanesi da parte di padre e inglesi da parte di madre e si era presentata all’audizione della serie Netflix per un altro ruolo, quello di Lady Danbury, assegnato poi alla collega Adjoa Andoh. Subito le è stato proposto il ruolo della regina Carlotta e dopo un semplice provino le è stato assegnato, quasi come fosse destinato a lei. Golda Rosheuvel ha raccontato che sapeva già come interpretare la regina, forse grazie alla madre Judith, non solo cresciuta in una famiglia dell’alta società londinese, ma che ebbe anche modo di frequentare a cena la principessa Margaret, sorella di Elisabetta II.

L’attrice, forse ancora poco conosciuta ai telespettatori italiani, conta una carriera brillante e tanta esperienza teatrale e in Inghilterra è conosciuta per aver interpretato un Otello al femminile a teatro. L’attrice ha preso parte a diverse produzioni teatrali, quali fra le altre: Jesus Christ Superstar, South Pacific, Porgy and Bess, Macbeth interpretando Lady Macbeth, Romeo e Giulietta interpretando Mercuzio al femminile.

Ad oggi fa parte della Royal Shakespeare Company e ha per questo ricoperto importanti ruoli del repertorio shakespeariano in varie rappresentazioni, quali: Antonio e Cleopatra, Giulio Cesare e La tempesta.

Rosheuvel ha inoltre recitato per il piccolo schermo nella famosissima serie Coronation Street, una soap opera britannica in onda dal 1960, e in EastEnders.

Per il grande schermo invece ha ottenuto dei ruoli in Lady Macbeth, film del 2016 di William Oldroyd; e in Dune, film del 2021 di Denis Villeneuve.

La fama internazionale arriva però nel 2020 quando ottiene il ruolo della regina Carlotta nella serie Netflix Bridgerton.

Cresciuta, come dichiara lei stessa, in un ambiente creativo e libero, crede nella forza delle relazioni personali, e stranamente non segue le vicende della Royal family, quella vera. Dichiaratamente omosessuale, ha da anni ha una relazione con la drammaturga Shireen Mula.

 

Quanti episodi ha La Regina Carlotta e dove vederli

 

La prima stagione della mini-serie televisiva La regina Carlotta: Una storia di Bridgerton è composta da 6 episodi della durata media di 60 minuti.

Ecco i titoli dei vari episodi:

 

  1. La futura regina

  2. Una luna di miele splendida

  3. Giorni pari

  4. Al servizio del re

  5. Giardini in fiore

  6. I gioielli della corona

 

Tutti gli episodi che compongono La regina Carlotta: Una storia di Bridgerton sono disponibili dal 4 maggio 2023 in streaming su Netflix, e possono essere visti solo tramite sottoscrizione dell’abbonamento alla piattaforma. Anche tutti gli episodi delle prime due stagioni della serie madre Bridgerton sono disponibili su Netflix, così come lo sarà la terza stagione in uscita nel 2023.

 

TUTTA la STORIA D'AMORE SEGRETA tra BRIMSLEY e REYNOLDS ne LA REGINA CARLOTTA | Netflix Italia

 

Colonna sonora di La Regina Carlotta

 

La colonna sonora di La regina Carlotta, così come quella presente in Bridgerton, rende più avvincente la storia narrata grazie a un mix di canzoni, presente in ogni puntata, che unisce le cover classiche di brani pop alla soundtrack composta da Kris Bowers. I brani composti da quest’ultimo, originali, sono diciotto, compresa la sigla ufficiale, ed è possibile ascoltarli in un’apposita playlist su Spotify.

Tra le cover di brani famosi presenti nella serie abbiamo invece:

 

  • Halo di Beyoncé (Brian Chan & Caleb Chan);

  • If I Ain’t Got You di Alicia Keys (Vitamin String Quartet);

  • Déjà vu di Beyoncé (Audiostation)

  • Run the World di Beyoncé (Brian Chan & Caleb Chan)

  • Nobody Gets Me di SZA Cover (Brian Chan & Caleb Chan)

  • I Will Always Love You di Whitney Houston Cover (Vitamin String Quartet)

  • If I Ain’t Got You (Orchestral Version), di Alicia Keys feat. Queen Charlotte’s Global Orchestra.

 

Il COMMOVENTE FINALE della REGINA CARLOTTA | Netflix Italia

 

Altri spin-off? Cosa dice Shonda Rhimes

 

Il successo di Bridgerton e ora dell’acclamato spin-off La regina Carlotta deve molto alla famosa sceneggiatrice e produttrice televisiva statunitense Shonda Rhimes. Proprio una sua intuizione ha dato i natali alla mini-serie su un personaggio importante come la regina Carlotta e molti fan sono contenti di aver avuto la possibilità di conoscere più a fondo il passato di un personaggio tanto amato. Questo, nonché la bravura degli attori e il successo della serie, ha spinto molti a richiedere altri spin-off, altri approfondimenti su diversi personaggi molto amati.

Shonda Rhimes, inizialmente combattuta su questa possibilità, ha chiesto di constatare prima l’accoglienza di La regina Carlotta, ma ha anche rivelato che proprio durante la scrittura si è molto interessata a un altro personaggio dello show originale che vorrebbe far conoscere meglio al pubblico.

Dopo l’innegabile successo della mini-serie, la creatrice di Bridgerton ha rivelato che potrebbe scriverne un altro e in un’intervista rilasciata al magazine Hello, Rhimes ha fatto intendere di essersi interessata molto alla storia di Violet. Sarà la viscontessa Bridgerton la prossima protagonista di un possibile nuovo spin-off? Lo scopriremo solo nelle prossime settimane.

 

36 domande per innamorarsi della Regina Carlotta | Netflix Italia

Guarda le altre serie Tv

Iscriviti alla newsletter
Tags:
serie tv





in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


in vetrina
Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini

Mama Industry, la rivoluzione nella consulenza delle PMI: intervista al fondatore Marco Travaglini


motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.