A- A+
Spettacoli
Prima della Scala il 7 dicembre con il Boris Godunov diretto da Kasper Holten

Prima della Scala il 7 dicembre con il Boris Godunov di Modest Musorgskij

Il 7 dicembre si inaugurerà la Stagione d'Opera 2022/2023 del Teatro alla Scala di Milano. Ad aprire la stagione sarà l'opera lirica Boris Godunov, alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e della presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen. L'opera di Modest Musorgskij, firmata dal regista Kasper Holten, sarà diretta dal Maestro Riccardo Chailly.

La scelta di aprire la stagione operistica con il capolavoro di Musorgskij ha suscitato molte polemiche e la richiesta del console ucraino di rivedere la programmazione teatrale. Il sovrintendente del Piermarini, Dominique Meyer, presentando lo spettacolo del 7 dicembre in conferenza stampa, ha detto: "Non c'è niente che vada contro l'Ucraina, c'è invece uno spettacolo la cui preparazione è iniziata tre anni fa, un grande capolavoro.

È impossibile cancellare un progetto così e in più perché dovremmo. Noi non facciamo la propaganda di Putin, facciamo la differenza tra la situazione politica attuale della Russia e un grande capolavoro della storia dell'arte". 

Sul palco del Piermarini ci sarà Ildar Abdrazakov nelle vesti del protagonista, Ain Anger come Pimen, Stanislav Trofimov come Varlaam, Dmitry Golovnin come Grigorij e Norbert Ernst come Šujskij, mentre Lilly Jørstad è Fëdor. Il Coro del Teatro alla Scala sarà diretto dal Maestro Alberto Malazzi. In scena andrà la versione originale "più aspra, dura e concentrata" di Boris, ha anticipato Meyer, ma ci sarà "l'inserimento di un intervallo".

Secondo il regista Kasper Holten, questo è il momento giusto per riportare in scena Boris, per quello che realmente significa, "perchè il mondo ha bisogno di più arte, e non di meno arte" ha spiegato, aggiungendo che "Musorgskij era un artista che aveva messo in discussione il potere, ne aveva smascherato la crudeltà. Per questo è giusto farlo ora".

La storia che narra si ripete ciclicamente. Per questo i costumi sono in parte quelli dell'epoca di Boris, il '500, in parte di quella di Puskin l'800, e in parte di quella attuale, perché "questa è una storia di vittime innocenti, di uomini che vogliono il potere con cinismo, e che sono gli stessi all'epoca di Boris, di Puskin e forse anche nella nostra". 

La Prima della Scala, come ogni anno, sarà anticipata dall’Anteprima Under30 il 4 dicembre e trasmessa in diretta in esclusiva da Rai Cultura su Rai1. Sarà possibile seguire la serata anche su Radio3 e Raiplay.

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
aperturamilanospettacolostagione teatraleteatro alla scala





in evidenza
Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti

Spot ancora invenduti a due settimane dall'evento. I prezzi

Oscar 2024, è allarme pubblicità? La Disney va a caccia di inserzionisti


in vetrina
Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1

Federica Masolin non lascia del tutto, Vicky Piria new entry: la rivoluzione di Sky F1


motori
GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

GIMS 2024: De Meo Renault chiede un "Airbus" dell'auto elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.