A- A+
Esteri
Biden promette di riunire alle famiglie i bambini latini dispersi

Mancano due soli giorni al D day delle elezioni americane. Oltre 80 milioni di americani hanno già votato per posta. Le primissime indicazioni dicono che su questi voti Joe Biden sarebbe in vantaggio. Lo è ancora nei sondaggi anche se molti Stati sono ancora in bilico e la forchetta tra i due si è avvicinata. Le promesse, come al solito, dei due avversari agli elettori sono parecchie ma una, in particolare, ha un senso morale alto e che fa capire il diverso approccio al potere dei due politici.

Se eletto Presidente Joe Biden nel suo primo giorno di mandato firmerà un ordine esecutivo per creare un team di lavoro dedicato soltanto a riunire i 545 bambini immigrati separati dalle famiglie e soprattutto dai padri, magari in prigione. La strategia della ’tolleranza zero’ voluta da Trump ha infatti portato ad una dolorosa divisione della famiglie illegali che, sorprese sui confini , si sono trovate divise tra prigione e campi di confinamento.

Un annuncio importante quello del democratico alle televisioni della Florida, Nevada, Carolina del Nord, Pensilvania e Arizona.

Sono gli Stati dove il voto dei latini è determinante per la vittoria. Gli avvocati della ACLU, l’Unione Americana per le Libertà Civili hanno denunciato, la scorsa settimana, ad un Tribunale californiano la politica di ’tolleranza zero’ sull’immigrazione voluta da Trump nel 2017 e 2018.

La ’tolleranza zero’ ha lasciato irrisolta la situazione di oltre mezzo milioni di bambini, la maggior parte del Centroamerica, che hanno perso le loro famiglie, non sanno come ritrovarle e vivono da soli in centri di accoglienza. I dati del Dipartimento di Sicurezza Nazionale hanno confermato che sul totale dei bambini ‘persi’ 283 non hanno alcuna informazione in grado di aiutare gli avvocati a ritrovare i genitori. Altri 60 tengono soli ricordi vaghi delle rispettive famiglie in quanto separati da papà e mamma da quando avevano meno di cinque anni.

Nell’ultimo dibattito presidenziale Biden ha attaccato Trump dicendo ‘che è criminale aver sperato questi bambini dai loro genitori e che adesso non sono in grado di riabbracciarli e non sanno dove andare’.

In risposta Trump ha detto che ‘si sta cercando di aiutarli a ritrovare le loro famiglie e comunque sono ben curati e stanno in edifici molto puliti'. E poi una frecciata all’Amministrazione di Barack Obama dove Biden era vicepresidente ‘dimmi Joe chi ha creato le gabbie dove mandavate quando molte persone senza documenti ? Non è stata l’Amministrazione di Obama , quando tu eri vicepresidente?.

Nessuna risposta da parte del democratico. 

 

Commenti
    Tags:
    bidenmigrazionetrump
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    Justine Mattera senza reggiseno Wanda Nara, fitness da urlo

    Sport

    Justine Mattera senza reggiseno
    Wanda Nara, fitness da urlo

    i più visti
    in vetrina
    Primo arbitro donna in serie B: Maria Marotta, debutto storico. Sognando la A

    Primo arbitro donna in serie B: Maria Marotta, debutto storico. Sognando la A


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ferrari svela la 812 Competizione e 812 Competizione A

    Ferrari svela la 812 Competizione e 812 Competizione A


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.