A- A+
Esteri
Coronavirus, il vaccino russo e l'indifferenza di Usa ed Europa

Da un secolo non si vedeva una pandemia di questo tipo. Oltre 18 milioni di contagi nel mondo e 700000 vittime con le economie di tutti i Paesi, salvo la cinese , in cadute epocali.

I Governi hanno chiuso i cittadini in casa per mesi, li hanno obbligati a vivere mascherati e distaccati l’un con l'altro in attesa dell’arrivo del Santo Graal, il vaccino contro il Coronavirus.

Un fiume senza limiti di danaro è arrivato ai laboratori, ai centri di ricerca, alle università e alle multinazionali farmaceutiche. Le Big Pharma, di tutto il mondo, sostenute dai Governi, stanno investendo milioni di dollari ed euro per arrivare primi. Molto più stress adesso di quello della corsa nello spazio, quando, americani e russi si giocavano l’onore dei primi passi sulla Luna.

L’Europa è in pole position insieme agli Stati Uniti nella corsa al vaccino. Astra Zeneca con l’Università di Oxford,poi Pfizer. Ma anche l’Italia e poi, sopra tutti, gli Stati Uniti con Moderna, la californiana sospinta dal danaro del Governo americano, il cui vaccino è già alla fase 3. 'Un vaccino molto promettente’ lo ha battezzato Anthony Fauci,il virologo guru italiomericano che tutta l’America conosce. Poi molte altri centri negli Stati Uniti sono impegnati con lo stesso obiettivo, ma gli studi di Moderna sembrano essere i più vicini a raggiungere l’obiettivo prima degli altri.  

Da ultimo si sa qualcosa su qualche interessante ‘potenziale' vaccino cinese ma, sul materiale proveniente dalla Cina, c’è poca conoscenza e qualche dubbio rimane sempre.

Tutto il mondo, che non riesce più a fare business, a volare, a fare vacanza e nemmeno ad abbracciarsi aspetta con ansia il grande momento in cui qualcuno dirà: ecco il vaccino è pronto e andiamo a distribuirlo. Un po’ come per i credenti e, con tutto il rispetto per il paragone, l’annuncio della 'Resurrezione di Gesù Cristo’.

Poi, quando meno te lo aspetti, l’unico grande Paese che non ha mai parlato, la Russia, si sveglia un giorno e annuncia, tra lo stupore generale che ad agosto, più precisamente dal 10 agosto, comincerà a somministrare il proprio vaccino a dottori, infermieri e personale sanitario per poi proseguire con i lavoratori esposti al rischio contagio.

Il vaccino, vale la pena di dirlo, non è uscito dalle mani di qualche ‘ fattucchiera’ casalinga ma dal rispettabile e conosciuto Istituto Gamaleya di Mosca. La Russia stava, sotto un quasi totale silenzio, sviluppando due vaccini : uno del Centro Vektor e l’altro portato avanti dal Centro Nazionale di Ricerca Epidemiologica e di Microbiologia del Ministero della Salute Gamalayeva di Mosca in collaborazione con l’Istituto Centrale di Ricerca numero 48 del Ministero della Difesa. 

Ogni leader è oggi interessato al vaccino. La scoperta  non migliorerebbe soltanto l’attuale condizione sanitaria, ma assicurerebbe fama e prestigio al Paese che ne è stato l’artefice. Il primato scientifico-tecnologico comporterebbe tutta una serie di vantaggi a livello geopolitico, senza ombra di dubbio.

E come risponde il mondo a questa notizia ‘potenzialmente’ formidabile ed esplosiva?.

Il primo 'arricciamento di naso’ arriva un minuto dopo ( non è difficile crederlo) dalla CNN che giura che  la promessa di un vaccino nel breve termine sarebbe arrivata ai ricercatori russi dopo le insistenti pressioni del Governo. Secondo la CNN il Cremlino vorrebbe arrivare primo e questo potrebbe aver portato i ricercatori a spingersi oltre con le affermazioni, senza però alcuna sicurezza. I dati sull'efficacia del vaccino, infatti, non sono stati resi noti anche se i funzionari russi, hanno promesso che gli studi saranno disponibili molto presto.

Immaginiamo Donald Trump, in crisi di immagine, che sta già preparando il comunicato stampa sul vaccino americano pronto (magari qualche giorno prima del 3 novembre), come possa aver accolto una notizia del genere.I trilioni di dollari investiti su tutto quello che è ricerca nei confini americani ‘bruciati’ da un Istituto russo qualsiasi.

Dall’Europa, troppo presa a fare i conti con i soldi che arriveranno ai vari Paesi per la crisi da pandemia, un assordante silenzio. Qualche stringato comunicato sui diversi giornali europei e niente più.

Alle tante voci perplesse ha risposto però Kirill Dmitriev, capo del Fondo russo finanziatore della ricerca, che ha negato qualsiasi pressione da parte del Governo nei confronti degli scienziati.'La Russia-ha detto- non vuole arrivare prima rispetto agli altri, ma vuole non perdere tempo nella protezione dei propri cittadini, soprattutto vuole agire in un momento in cui i contagi sono ripresi'.

Secondo gli scienziati russi  il vaccino del Gamaleya Institute è stato sviluppato velocemente perché basato su un vaccino modificato, utilizzato per diverse malattie.

Orbene forse qualche parola alle orecchie degli scienziati russi, Vladimir Putin l’avrà pure detta, forse non riusciranno a vaccinare tutti entro fine anno ma dire, come ha fatto tutto il mondo sanitario europeo e americano, che il vaccino potrebbe ‘essere una bufala’, sembra davvero eccessivo.

La ricerca del vaccino è un valore sanitario mondiale e non un aspetto di geopolitica. Almeno una modesta dimostrazione di ‘ contenuta soddisfazione’ verso la Russia si sarebbe potuta fare. 

Il tempo per dire che l’annuncio era stato avventato ci sarebbe sempre stato. Ma si sa, la politica va sopra tutto, anche alla salute.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    coronavirususaeuropavaccinorussia
    Loading...
    in evidenza
    Incontrada nuda su Vanity Fair "Messaggio per tutte le donne"

    Costume

    Incontrada nuda su Vanity Fair
    "Messaggio per tutte le donne"

    i più visti
    in vetrina
    Gwyneth Paltrow, via slip e reggiseno: compleanno bollente. FOTO DELLE VIP

    Gwyneth Paltrow, via slip e reggiseno: compleanno bollente. FOTO DELLE VIP


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Peugeot 5008 ordinabile in Italia

    Nuovo Peugeot 5008 ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.