A- A+
Esteri
Enrico Letta lascia Sciences Po, aria di incarico in Europa per l'ex premier

Ue, Enrico Letta si libera e punta ad una poltona a Bruxelles

Le trattative per le nomine in Europa proseguono, i leader dei 27 Paesi cercano di trovare la quadra sulle poltrone. Per la presidenza della Commissione Ue però il bis per Ursula von der Leyen non è scontato. Popolari, socialisti e liberali puntano ad eleggerla senza i voti dei conservatori guidati dalla premier italiana Giorgia Meloni, ma von der Leyen potrebbe non avere i numeri, considerati anche i franchi tiratori.

In questo contesto di incertezza a Bruxelles, si aggiunge la notizia che Enrico Letta ha deciso di lasciare Sciences Po, il prestigioso istituto di studi politici di Parigi, una mossa a sorpresa - riporta La Repubblica - che potrebbe nascondere la possibilità per l'ex premier del Pd di ottenere una poltrona in Europa.

Leggi anche: "Nessuna smania di votare Ursula". Parla Fidanza, l'uomo di Meloni in Europa

Una decisione che alimenta domande su un suo ruolo nel risiko delle nomine europee in corso a Bruxelles. La rinuncia a correre per un incarico accademico di prestigio internazionale, peraltro con una remunerazione di tutto rispetto come quello di Sciences Po, viene quindi interpretato a Parigi come la voglia di Letta di sfruttare l’attuale ribalta a Bruxelles. La prima strada - prosegue La Repubblica - sarebbe quella della presidenza del Consiglio europeo.

È una casella che spetta al Partito socialista europeo, al momento. Sarebbe riservata, secondo il pacchetto originario di nomine, all’ex capo del governo socialista portoghese Antonio Costa. Ma i popolari hanno messo in discussione questa scelta. Tra le altre opzioni, la più quotata è quella di inviato speciale europeo in Medioriente, dunque per la crisi di Gaza e l’eventuale allargamento del conflitto. Letta punterebbe a spodestare Di Maio (attualmente inviato Ue nel Golfo), che potrebbe tornare in Italia a fianco di Di Battista e Raggi nel nuovo M5s.






in evidenza
Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso

Boutique eleganti, collaborazioni costose e... L'analisi

Il grande salto compiuto da Zara: dal fast fashion al mondo del lusso


in vetrina
Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore

Matilde Gioli dimentica l'ex Marcucci: l'attrice ha trovato un nuovo amore


motori
CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

CUPRA oltre l’automotive, nasce la partnership con la 37a Louis Vuitton America’s Cup

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.