A- A+
Esteri
Guerra in Ucraina, Zelensky: "I russi ci hanno torturati. Ma vogliamo la pace"
Il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky

Ucraina, Zelensky: "La Russia ci ha torturati, ma vogliamo la pace"

L’Ucraina sarebbe pronta alle trattative con la Russia per fermare definitivamente la guerra e giungere finalmente alla pace. Il presidente Zelensky ha detto che, nonostante le atrocità subite, “la gente accetterà la pace in ogni caso”.  “La gente vuole che questa guerra finisca. Alle nostre condizioni, condizioni di indipendenza”, ha sottolineato il presidente ucraino. Pertanto, l’Ucraina farà quanto necessario pur di ottenere la pace, ma senza cedere all’annessione alla Russia. Lo ha specificato Volodymyr Zelensky nel corso di un’intervista rilasciata all’agenzia di stampa AP.

I russi vedono nel 9 maggio la data ultima per la conquista dell’Ucraina, a Kiev, invece, si continua a lottare per avere la meglio. Zelensky ha aggiunto: “Sì, dobbiamo combattere, ma lottare per la vita. Non puoi combattere per la polvere quando non c’è nulla. Ci hanno torturati, ma accetteremo la pace”. Dopo tanti, troppi, colloqui vani, per il presidente ucraino è arrivato il momento di un dialogo “serio”.

“Ho avuto un colloquio telefonico con Olaf Scholz. Abbiamo sottolineato che tutti i responsabili dei crimini di guerra devono essere identificati e puniti”, ha spiegato Zelensky ad AP. Poi, in un tweet pubblicato sui propri profili, Zelensky ha svelato il tema del colloquio: “Abbiamo anche discusso delle sanzioni contro la Russia, del sostegno finanziario e per la difesa all’Ucraina”. “Nessuno vuole negoziare, ma abbiamo il dovere”. Il presidente ucraino Zelensky  ha riconosciuto che “è difficile, emotivamente difficile. Ma non possiamo decidere per milioni di persone che vogliono fermare la guerra”.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha condannato "gli atroci crimini di guerra commessi dai militari russi" a Bucha e in altre località dell'Ucraina. A darne notizia è stata la viceportavoce del governo tedesco, Christiane Hoffmann. Scholz ha anche espresso solidarietà e pieno appoggio della Germania al popolo ucraino. La Germania, assieme ai suoi alleati, farà tutto quanto è in suo potere per garantire che si indaghi a fondo sui crimini e se ne rintraccino gli autori perché possano essere chiamati a rispondere davanti ai tribunali nazionali ed internazionali. Intanto, gli Stati Uniti stanno lavorando a un piano per la fornitura di più armi all'Ucraina. Lo afferma il consigliere alla Sicurezza Nazionale, Jake Sullivan, in un'intervista alla Cbs. Sullivan spiega che c’è anche la possibilità di addestrare gli ucraini fuori dai loro confini nazionali.

 

Leggi anche: 

" Guerra Russia-Ucraina, l’uso dell’atomica? Un incubo da considerare

Guerra Ucraina, conta solo la Russia. Occhi chiusi su altri regimi e dittature

Elezioni Francia: la sovranista, il comunista, il polemista e… i candidati

Caro prezzi, big delle costruzioni distrutti scrivono a Draghi per svegliarlo

Pomeriggio 5, Veronica Gentili soffia la conduzione a Barbara D'Urso

Chi semina, tramanda: "Coltivatori di Emozioni", scopri il progetto

Ucraina, noi "buoni" guidati dalle lobby delle armi: immersi nella propaganda

Generali, aperte al pubblico le Procuratie Vecchie a Venezia

Luiss, la guerra in Ucraina: politica, economia e comunicazione

 

Commenti
    Tags:
    guerra russia ucrainapacezelensky





    in evidenza
    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    Guarda le immagini

    Al via le riprese del primo docufilm sulla vita privata di Alberto Sordi

    
    in vetrina
    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo

    Milano/ Nuovo flagship store per Swarovski: oltre 500 metri quadri in Duomo


    motori
    DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

    DS Automobiles, ordinabili in Italia le nuove Hybrid: DS 3 e DS 4

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.