A- A+
Esteri
Ucraina, ucciso giornalista francese. Erdogan cerca l'intesa Putin-Zelensky
Frederic Leclerc Imhoff, il giornalista francese ucciso in Ucraina

Ucciso un giornalista francese a Severodonetsk

Un giornalista francese è rimasto ucciso vicino Severodonetsk, in Donbass, mentre stava coprendo l'evacuazione dei civili. Lo ha annunciato il governatore della regione di Lugansk, Serhiy Gaidai, aggiungendo che in seguito alla tragedia sono stata interrotte le operazioni di sgombro dei civili. Secondo Ukrainskaya Pravda, il reporter è stato ferito al collo dal fuoco dell'esercito russo. 

"Oggi il nostro veicolo blindato di evacuazione stava per prelevare 10 persone dalla zona ed è finito sotto il fuoco nemico. Le schegge dei proiettili hanno trafitto la corazza dell'auto, un giornalista francese accreditato, che stava raccogliendo materiale sulle evacuazioni, è stato ferito mortalmente al collo da schegge di proiettili, un poliziotto di pattuglia è stato salvato dal suo elmetto", ha riferito il governatore. Gaidai ha postato il documento del reporter francese, da cui risulta accreditato per l'emittente Bfmtv. Il suo nome è Frederic Leclerc Imhoff.

Ucraina, Macron conferma la morte del giornalista Leclerc-Imhoff

"Giornalista, Fre'de'ric Leclerc-Imhoff era in Ucraina per mostrare la realta' della guerra. A bordo di un convoglio umanitario, al fianco di civili costretti a fuggire per scappare dalle bombe russe, e' stato mortalmente colpito. Condivido il dolore della sua famiglia, dei suoi cari, e dei colleghi di Fre'de'ric Leclerc-Imhoff, a cui rivolgo le mie condoglianze. A coloro che sui teatri di operazioni garantiscono la difficile missione di informare, vogli quio ribadire il sostegno incondizionato della Francia": lo scrive su Twitter il presidente francese, Emmanuel Macron. 

Ucraina: Biden, Usa non manderanno missili per colpire Russia

Gli Stati Uniti non riforniranno l'Ucraina con sistemi missilistici che permettano di colpire il territorio russo. Lo ha detto il presidente Joe Biden, secondo quanto riferisce l'agenzia Reuters, riferendosi alle recenti notizie sul prossimo invio a Kiev di missili a lungo raggio da parte dell'amministrazione Usa.

Mosca, niente missili a medio raggio, bene decisione Usa

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitri Medvedev giudica "ragionevole" la decisione del presidente Usa Joe Biden di non fornire all'Ucraina missili a medio raggio in grado di raggiungere la Russia. Lo riporta la Tass. In caso di attacchi alle sue citta', la Russia, aggiunge Medvedev, colpirebbe i centri "decisionali criminali", alcuni dei quali sono "ben lontani da Kiev".

Erdogan propone a Putin incontro a Istanbul con ucraini e Onu

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha proposto all'omologo russo, Vladimir Putin, di tenere un incontro a Istanbul tra delegazioni di Russia, Ucraina e Onu. Lo riferisce Ankara, come riportano i media turchi. Durante il colloquio, Erdogan ha sottolineato che sono necessarie misure per ridurre al minimo gli effetti negativi della guerra e creare fiducia, ristabilendo il prima possibile la pace. Il leader di Ankara si e' detto pronto a incontrare le delegazioni di Russia, Ucraina e Nazioni Unite a Istanbul e ad assumere un ruolo in un possibile meccanismo di osservazione, se entrambe le parti saranno d'accordo in linea di principio.

Il Cremlino boccia i colloqui telefonici con Putin-Erdogan-Zelensky

Il Cremlino ha escluso che possa tenersi un colloquio trilaterale tra il presidente russo, Vladimir Putin, il suo omologo turco, Recep Tayyip Erdogan ed il leader ucraino, Volodymyr Zelensky. Nel corso di un punto stampa il portavoce, Dmitry Peskov, ha confermato solamente che ci sarà la prevista conversazione tra Putin ed Erdogan. "Ci sono state molte domande da parte dei colleghi se potesse esserci una sorta di conversazione trilaterale. Abbiamo chiarito: no, parliamo di una conversazione tra Putin ed Erdogan, bilaterale", ha detto Peskov, riferendosi a una possibile partecipazione di Zelensky.

Ucraina: Lavrov smentisce voci, Putin non è malato

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha smentito le voci su una possibile malattia del presidente Vladimir Putin. "Non credo che le persone sane di mente possano vedere in questa persona i segni di un qualche tipo di malattia o disturbo", ha affermato, nel corso di un'intervista all'emittente francese TF1, sottolineando che il capo del Cremlino appare in pubblico "ogni giorno".

Ucraina: Lavrov, priorità liberare regioni di Donetsk e Luhansk

La "priorità assoluta" di Mosca è "la liberazione delle regioni di Donetsk e Luhansk", ha detto il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov. "Il nostro obiettivo, ovviamente, è cercare di spingere l'esercito e i battaglioni ucraini fuori dalle regioni di Donetsk e Luhansk - ha proseguito - Non si tratta di una annessione, è un'operazione militare richiesta dagli stati sovrani delle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk. Difendiamo le popolazioni e le aiutiamo a ripristinare la loro integrità territoriale"

Guerra Ucraina, Russia intensifica attacco su Sievierodonetsk

Continua la battaglia per il Donbass: i russi stanno consolidando le loro posizioni nella periferia di Sievierodonetsk dove i combattimenti sono accesi. Il fuoco e' tanto intenso da ostacolare il lavoro dei soccorritori; due civili sono rimasti uccisi e altri cinque sono stati feriti alla periferia della citta' nella regione orientale dell'Ucraina, l'ultimo grande centro nelle mani delle forze di Kiev. Come ha denunciato il presidente ucraino, Volodymir Zelensky, "l'intera rete infrastrutturale cruciale della citta' e' gia' stata distrutta, il 90% delle case sono state danneggiate". "La cattura di Sievierdonetsk e' un obiettivo fondamentale" per i russi, ha aggiunto il leader di Kiev, assicurando che le forze ucraine stanno "facendo di tutto per respingere questa offensiva". Parallelamente, i soldati di Kiev stanno contrattaccando a Kherson, l'unica regione completamente controllata dalle truppe di Mosca. Intanto, a Melitopol, citta' nella regione di Zaporizhzhia occupata dai russi, e' stata udita una forte esplosione: secondo Vladimir Rogov, membro del nuovo consiglio militare imposto alla regione, la deflagrazione e' avvenuta in pieno centro, che e' stato avvolto da una nube di fumo nero. Secondo una fonte del nuovo governo locale ad esplodere e' stata un'auto parcheggiata vicino a uno degli edifici del municipio; si tratterebbe dell'azione di un gruppo di sabotaggio ucraino.

Leggi anche: 

Salvini, il viaggio a Mosca, i referendum e la china scivolosa

Guerra, Pd: "Salvini a Mosca? Inopportuno. Indebolisce l'azione di Draghi"

Caro energia, Italia schiacciata: subito class action contro Putin

L’inflazione dell’area euro, la Fed e l’occupazione Usa: i trend dei mercati

Berruti, saltano le nozze con la Boschi: clamoroso, film a luci rosse pesante

Martina Colombari: “Alberto Tomba? Mio grande amore ma con Billy…”. BOMBA

Un soldato ucraino combatte da solo in trincea contro i russi. Video virale

Intesa Sanpaolo eroga €4 milioni per la crescita sostenibile di GAP

Banca Mediolanum sostiene da 20 anni il Giro d'Italia

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    guerra russia ucrainaputinzelensky





    in evidenza
    Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore

    Milan, l'incubo dei tifosi

    Derby e scudetto all'Inter? No, Lopetegui nuovo allenatore

    
    in vetrina
    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove

    Meteo, in arrivo un intenso peggioramento. Pioggia e freddo: ecco dove


    motori
    Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

    Lancia celebra 70 anni con il ritorno alla 1000 Miglia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.