A- A+
Esteri
Guerra Ucraina, la Russia mette in vendita l'appartamento di Zelensy in Crimea
Vladimir Zelensky

Ucraina, Mosca mette in vendita l'appartamento di Zelensy in Crimea

Circa 100 proprietà precedentemente nazionalizzate "dagli oligarchi ucraini" saranno presto messe in vendita in Crimea, compreso l'appartamento di Vladimir Zelensky. Lo ha detto il capo del parlamento della Crimea, Vladimir Konstantinov secondo quanto riporta Ria Novosti. La deicsione è stata presa dal Parlamento di Crimea che ha ampliato l'elenco delle proprietà nazionalizzate, che comprendeva i beni della di oligarchi e politici ucraini, nonché l'appartamento della famiglia Zelensky a Livadia. 

La sua superficie è di circa 100 mq. Il denaro ricavato dalla vendita dell'appartamento verrà utilizzato per le necessità dell''operazione speciale'. "Nel prossimo futuro, si prevede di vendere circa 100 proprietà nazionalizzate. Si tratta di locali residenziali, tra cui l'appartamento della coppia Zelensky, strutture sanitarie e resort, locali commerciali e di vendita al dettaglio. Dalla loro vendita, ricavi per oltre 800 milioni di rubli sono previsti nel bilancio della repubblica", ha scritto Konstantinov nel suo canale Telegram. 

Zuppi: "Da Cina grande attenzione, discussione franca"

"C’è stata una grande attenzione da parte del governo cinese. Una discussione franca con l’inviato per l’Ucraina, con un importante scambio di vedute anche di prospettive per il futuro”. Così il presidente della Cei e inviato del Papa, il cardinale Matteo Zuppi, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, appena rientrato in Italia dalla missione di pace a Pechino.

“C’è stato un impegno da parte di Pechino? Tutti devono spingere nella stessa direzione – prosegue Zuppi - che deve essere quella di trovare la chiave di una pace giusta e sicura”.L’apertura del ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov a parlare e incontrare l’inviato del Papa per la pace in Ucraina è, sottolinea il cardinale Zuppi “importante perché la pace si fa dialogando e trovando gli spazi possibili e necessari. È sicuramente una dichiarazione positiva e va nella direzione auspicata da Papa Francesco”.Sul fronte diplomatico per la pace, conclude Zuppi, “la palla non è solo nel campo ucraino. Devono giocare tutti. L’Ucraina ha già giocato e ha presentato anche le sue proposte. In realtà per la pace devono giocare tutti quanti”. 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
crimeaguerra ucrainarussiazelensky





in evidenza
"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"

Patrizia Groppelli a cuore aperto su Daniela e tradimenti

"Io cornificata 2 volte, da Kunz e Santanchè. Sallusti con il suo amore mi ha salvato"


in vetrina
Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica

Da Napoli a Milano, le migliori pizze italiane: ecco dove mangiarle. La classifica


motori
Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Nuova Mercedes-AMG GT 63 PRO: prestazioni da brivido e comfort quotidiano

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.