A- A+
Esteri
Ucraina, Putin manda a casa Macron e minaccia ancora guerra

Crisi in Ucraina, prove di dialogo tra Putin e Macron. "Elementi di convergenza", "Basi per progressi in comune" 

Il presidente francese Emmanuel Macron vola a Mosca per tentare un dialogo con il presidente russo Vladimir Putin, mentre il neo cancelliere tedesco Olaf Scholz a Washington cerca un'intesa con il presidente americano Joe Biden: la minaccia di una guerra imminente in Ucraina fa "tremare" gli equilibri geopolitici. 

Da Mosca, il presidente francese Macron, dopo cinque ore di colloquio con l'omologo Putin, lancia un messaggio chiaro: evitare la guerra e costruire fiducia per un dialogo con la Russia sui nuovi assetti della sicurezza europea. Il rischio di una guerra, in cui gli europei “sarebbero trascinati loro malgrado” è stato sottolineato dallo stesso Putin, ricordando che uno scenario del genere “non avrebbe vincitori”.       

A Mosca, dopo cinque ore di faccia a faccia, i toni si sono ammorbiditi: il leader del Cremlino ha riconosciuto che "molte delle idee, delle proposte" di Macron, "di cui probabilmente è ancora troppo presto per parlare", possono "porre le basi per ulteriori passi congiunti". I due leader hanno concordato di risentirsi dopo il viaggio del capo dell'Eliseo nella capitale ucraina per scambiarsi "opinioni su questo". "Insieme sono sicuro che raggiungeremo un risultato, anche se non è facile", ha aggiunto, sottolineando che "i prossimi giorni saranno decisivi e richiederanno intense discussioni che porteremo avanti insieme".

Macron ha riferito di aver trovato elementi di convergenza con Putin, pur sottolineando che differenze rimangono. La Russia e l'Europa devono lavorare insieme sulle garanzie di sicurezza, ha proseguito il leader francese: "Una credibile de-escalation ci impone di andare avanti su questioni fondamentali, e su questi temi abbiamo discusso per molto tempo. Dobbiamo mostrare insieme la volonta' di essere pronti a lavorare sulle garanzie di sicurezza, per costruire un nuovo ordine di sicurezza e stabilità in Europa".   

Putin da parte sua ha detto di sperare in una "soluzione pacifica" della crisi, ribadendo che "non ci sono alternative" agli accordi di Minsk per risolvere il conflitto nell'Ucraina orientale. Bisogna che le autorità di Kiev li rispettino mentre Mosca è convinta che stiano lavorando per smantellarli: "Non ci sono progressi su questioni fondamentali come la riforma costituzionale, l'amnistia, le elezioni locali, gli aspetti legali dello status speciale del Donbass".     

Il leader del Cremlino ha garantito che farà "di tutto per trovare compromessi adatti a tutti" sulla questione della sicurezza in Europa, avvertendo però che se l'Ucraina entra nella Nato, "i Paesi europei saranno trascinati in un conflitto con la Russia". "La Russia e' una delle principali potenze nucleari e in alcune componenti di modernita' supera addirittura molte altre", ha sottolineato, "non ci saranno vincitori. Vi troverete coinvolti in questo conflitto contro la vostra volonta'".   

Stati Uniti-Germania "uniti" e "allineati" sulla crisi in Ucrainia: "La Russia se invaderà pagherà un prezzo alto" 

Mentre, da Washington, il presidente americano Joe Biden e il cancelliere tedesco Olaf Scholz si sono detti "uniti" e "allineati" sulla crisi ucraina, ribadendo che la Russia pagherà un "alto prezzo" se invaderà il vicino ma lasciando aperta la porta alla soluzione diplomatica: "Il modo migliore per andare avanti per tutte le parti", ha puntualizzato il capo della Casa Bianca, dicendosi "pronto a continuare i colloqui in buona fede con la Russia". Biden però ha "promesso" di chiudere il gasdotto Nord Stream 2 se Mosca dovesse muoversi: "noi siamo pronti, tutta la Nato è pronta" a reagire, ha ammonito.   

Un'unità d'intenti sulle sanzioni confermata anche dal cancelliere tedesco, secondo il quale sono state "concordate le misure da prendere contro la Russia se sara' necessario". "E' chiaro che ci siamo preparati bene, si tratta di misure ampie, che metteremo in atto insieme agli alleati, anche insieme agli Usa. E potete essere sicuri che non agiremo in modo diverso l'uno dall'altro. Saremo uniti, abbiamo le stesse opinioni, e metteremo in atto gli stessi passi", ha assicurato.

LEGGI ANCHE: 
Macron fa campagna elettorale a Mosca. Il flirt con Putin fa arrabbiare Biden
Ucraina-Russia esportano 1/3 del grano globale: con la guerra rischio carestia
Ucraina, Macron vola da Putin. Governo, Salvini tende la mano a Mosca

 

 

 

Commenti
    Tags:
    bidencrisi ucrainamacronputinscholz





    in evidenza
    Ferragni-Fedez, storia al capolinea Il rapper sarebbe già fuori casa

    Le ultime indiscrezioni

    Ferragni-Fedez, storia al capolinea
    Il rapper sarebbe già fuori casa

    
    in vetrina
    Prime lancia lo spin-off di Lol, "Angioni futuro della comicità". Intervista ai giudici

    Prime lancia lo spin-off di Lol, "Angioni futuro della comicità". Intervista ai giudici


    motori
    Opel Astra Hybrid 2024: arriva il motore ibrido a 48 V e cambio DCT6

    Opel Astra Hybrid 2024: arriva il motore ibrido a 48 V e cambio DCT6

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.