A- A+
Esteri
Polonia-Bulgaria senza il gas russo. Putin fa sul serio. Allarme Italia

Gazprom: stop a forniture di gas a Bulgaria e Polonia

Gazprom ha confermato di aver completamente interrotto le forniture di gas a Bulgaria e Polonia a causa dell'assenza di pagamenti in rubli. Le forniture saranno sospese fino a quando non saranno effettuati i pagamenti. Gazprom ha spiegato di aver notificato alla societa' bulgara Bulgargaz e alla societa' polacca PGNiG la "sospensione delle consegne di gas dal 27 aprile e fino al pagamento" in rubli.

Guerra Russia Ucraina, Gazprom adesso sta chiudendo i rubinetti 

L'escalation della guerra in Ucraina è partita ufficialmente. Putin è passato dalle parole ai fatti. La Polonia e la Bulgaria non hanno avuto accesso al gas russo, Mosca ha chiuso i rubinetti con un preavviso di appena un giorno. Adesso si teme l'effetto a catena su altri Paesi, Italia compresa. Il colosso russo Gazprom ha sospeso le consegne. Lo hanno riferito i due Paesi, dicendo di essersi preparati. "Il 26 aprile 2022, Gazprom ha informato (la società polacca del gas) PGNiG della sua intenzione di sospendere completamente le consegne ai sensi del contratto Yamal il 27 aprile", ha affermato la società polacca in un comunicato stampa. "Bulgargas EAD ha ricevuto la notifica che le consegne di Gazprom Export saranno sospese dal 27 aprile 2022", ha fatto sapere poco dopo anche il ministero dell'Economia bulgaro. Il paese dei Balcani dipende per oltre il 90% dal gas di Mosca. I due Paesi membri della Nato e dell'Unione Europea (Ue), tuttavia, si dicono pronti a ottenere il gas mancante da altre fonti.

"Non mancherà il gas nelle case polacche", ha scritto da Varsavia su Twitter il ministro del Clima, Anna Moskwa. "Sin dal primo giorno di guerra, abbiamo dichiarato di essere pronti per la completa indipendenza dalle materie prime russe", ha spiegato. Sono state intraprese “azioni per trovare soluzioni alternative per la fornitura di gas naturale e per far fronte alla situazione”, ha sottolineato da parte sua il governo bulgaro in un comunicato stampa, assicurando che “al momento” non è prevista alcuna misura di restrizione dei consumi. Dopo l'introduzione delle sanzioni contro la Russia per l'invasione dell'Ucraina, il Cremlino ha avvertito i paesi dell'Ue che la loro fornitura di gas sarebbe stata interrotta se non avessero pagato in rubli dai conti russi. Mosca ha chiarito, tuttavia, che il prezzo del gas è rimasto denominato nella valuta dei contratti in corso, il più delle volte in euro o dollari, e che i clienti avrebbero dovuto effettuare una semplice transazione di cambio in Russia.

Leggi anche: 

"Cdx unito alle Politiche? Non scontato". Fratelli d'Italia avverte Lega e Fi

Cdx, "Berlusconi e Salvini provano a stare insieme per superare Meloni"

Mps, aumento da almeno 2,5 mld. Così a Siena si aprono nuovi scenari

Terza guerra mondiale? GB: si può colpire suolo russo. Mosca minaccia la Nato

Johnny Depp voleva bruciare viva Amber Heard. “Non è vero: io sono la vittima"

Guerra in Ucraina, caccia russo abbattuto: le immagini spettacolari. VIDEO

Terna, con Tyrrhenian Lab investe sulle competenze del futuro

Caro materiali, Dott.ssa De Sanctis: “Cantieri a rischio fermo totale"

Fondo Impresa Femminile, Giorgetti: "Portiamo avanti le pari opportunità"

Iscriviti alla newsletter
Tags:
guerra russia ucrainaterza guerra mondiale





in evidenza
Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"

Guarda le foto

Affari in rete/ Emiliano, Decaro, Laforgia e Leccese nella copertina dei Beatles "Let it be"


in vetrina
Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024

Fuorisalone, la guida di Affari agli eventi della Milano Design Week 2024


motori
Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Lexus alla Milano Design Week 2024: il futuro del design automobilistico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.