A- A+
Esteri
Qatargate? Rapporti con Doha intoccabili perché all'Ue servirà sempre più gas

L'Europa ha sempre più bisogno del Qatar: ecco perché

Il Qatargate non porterà a nessuno sconvolgimento. Forse per i politici ed eurodeputati coinvolti, sì. Ma non certo nei rapporti tra Unione europea e Qatar, nonostante la scoperta dei fondi elargiti da Doha a dei politici comunitari per influenzare opinioni e decisioni in merito al paese del Golfo. La ragione? E' molto semplice. All'Europa il Qatar serve sempre di più.

E non certo per i Mondiali di calcio in fase di svolgimento e ormai anzi verso la dirittura d'arrivo a Doha e dintorni con la finale di domenica prossima. No, l'Europa ha e avrà sempre più bisogno del Qatar sul fronte energetico e dell'import di gas. Soprattutto dopo la recisione dei rapporti tra Vecchio Continente e Russia, che inciderà ancora maggiormente nei prossimi anni.

Secondo molti esperti di energia, il Qatar sta diventando l'Arabia Saudita del gas naturale: un fornitore di energia indispensabile con vaste riserve e costi molto bassi. Ciò significa che il Qatar sarà in grado di vendere il gas naturale più a lungo e in modo più redditizio di altri grandi esportatori come l'Australia e la Russia, anche se il cambiamento climatico costringe molti paesi a ridurre l'uso di combustibili fossili.

Basta guardare ai numeri. Con una risorsa accertata di 23,8 trilioni di metri cubi, il Qatar possiede la seconda più grande riserva di gas al mondo dopo la Russia, diventando così uno dei principali attori del mercato globale del gas. Con una produzione di 171 miliardi di metri cubi, è al quarto posto nel mondo dopo Cina, Russia e Stati Uniti. Tra le nazioni che esportano idrocarburi in Medio Oriente e Nord Africa, il Qatar occupa il primo posto.

Non solo. Il ruolo e il peso del Qatar sono destinati ad aumentare ulteriormente. Tutti gli studi e le analisi indicano che il Qatar continua ad avere un notevole potenziale di crescita nei mercati energetici. Secondo un rapporto dell'International Gas Union's Global LNG, il Qatar sarà il primo produttore ed esportatore di gas a livello internazionale entro il 2026, grazie agli sforzi compiuti per aumentare il proprio tasso di produzione. 

Il trend di rafforzamento della dipendenza energetica del Qatar destinato ad aumentare

L'interesse dell'Europa per il Qatar è in netta crescita da quando la Russia ha invaso l'Ucraina. Mentre il conflitto in Ucraina continua sul campo, l'Unione Europea continua a tenere duro e sta lavorando attivamente per ridurre la sua dipendenza dal gas naturale russo. Questo fa del Qatar l'ovvio contrappeso al monopolio russo sulle forniture di gas naturale all'Europa.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
europagasqatarqatargate





in evidenza
Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar

Guarda le foto

Francesca Verdini e Andrea Giambruno: la strana coppia beccata al bar


in vetrina
Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici

Affari in rete/ Miele alleato per la salute dell'uomo: ecco tutti i benefici


motori
Abarth Celebra 75 Anni di passione e performance: la mostra esclusiva a Torino

Abarth Celebra 75 Anni di passione e performance: la mostra esclusiva a Torino

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.