A- A+
Esteri
Russia: svolta anti-Putin, élite politica e imprenditoriale in rivolta. I nomi

Russia, l'ex moglie e la figlia del portavoce di Putin, Dmitry Peskov, si sono unite al coro contro la guerra in Ucraina


Cresce l'opposizione interna a Vladimir Putin.

Un numero crescente dell'élite politica e imprenditoriale russa si è pubblicamente espressa contro l'invasione dell'Ucraina.

Il co-fondatore di Alfa Bank Mikhail Fridman, i cui genitori vivono nella città ucraina di Lviv, ha definito la guerra in Ucraina "una tragedia" e ha affermato che lo "spargimento di sangue" deve finire. Non solo, il magnate dei metalli Oleg Deripaska ha scritto sul suo canale Telegram: “La pace è molto importante. Le trattative devono iniziare il prima possibile".

Nessuno dei due ha partecipato venerdì a un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e alti uomini d'affari al Cremlino, dove Putin ha affermato di non aver avuto altra scelta che invadere l'Ucraina.

Le dichiarazioni dei magnati sono state accompagnate da segnali provenienti dall'élite politica russa.

Giovedì, all'inizio della guerra, Tatiana Yumashev, la figlia del predecessore di Putin Boris Eltsin, si è unita a celebrità, artisti e municipalità russe nel cambiare la propria immagine del profilo Facebook in un quadrato nero, sottotitolando "No alla guerra”. Altre figure importanti della società russa hanno fatto questa scelta, tra loro la figlia dell'oligarca Roman Abramovich, il genero del ministro della Difesa Sergei Shoygu e il figlio del capo RosTech e amico di lunga data di Putin Sergei Chemezov.

L'ex moglie e la figlia del portavoce di Putin, Dmitry Peskov, si sono unite al coro contro la guerra, ed entrambe hanno parlato su Instagram. La figlia Liza Peskova, 24 anni, ha cancellato poco dopo il suo posto contro la guerra.

Domenica, l'anniversario dell'assassinio di Boris Nemtsov, un attivista dell'opposizione russa ed ex vice primo ministro che si è opposto all'annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014, ha criticato la guerra in Ucraina. Anatoly Chubais, un riformatore economico dell'era degli anni '90 che ora lavora come inviato presidenziale speciale sui cambiamenti climatici, ha pubblicato una foto di Nemtsov sulla sua pagina Facebook, un gesto ampiamente interpretato come un velato commento contro la guerra.

Anche tre membri del Partito Comunista della Duma di Stato, il parlamento russo al Cremlino, si sono espressi contro l'invasione.

Finora sono voci isolate ma molto importanti, segno che il vento a Mosca sta cambiando.

 

LEGGI ANCHE

Lo schiaffo di Lavrov al ragazzotto Di Maio e la "passione politica" da bar

Ucraina: 5 scenari verso la Terza Guerra Mondiale. Ipotesi armi nucleari

Guerra in Ucraina, aiuti militari dall'Italia. Caccia e 1200 truppe: la mappa

Commenti
    Tags:
    crisi ucrainaopposizione russia guerra





    in evidenza
    Affari in Rete

    MediaTech

    Affari in Rete

    
    in vetrina
    Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo

    Svolta meteo: ecco quando termina il freddo e torna il caldo


    motori
    Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

    Mercedes-Benz, Nuovo G 580 EQ la svolta elettrica nel fuoristrada

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.